L’estate del 2022 è stata la più calda della storia in Europa

Il 2022 è stato l'ottavo anno consecutivo con temperature superiori di oltre un grado rispetto ai livelli pre-industriali

incendi
Immagine | Unsplash
newsby Matteo Bruzzese10 Gennaio 2023


La scorsa estate, quella del 2022, è stata la più calda mai registrata in Europa. L’anno intero, invece, è stato il secondo con le temperature più alte nel Vecchio Continente, superato solo dal 2020, e il quinto nel mondo, con un aumento di 0,3 °C rispetto al periodo di riferimento (1991-2020), che equivale a circa 1,2°C in più rispetto all’intervallo temporale 1850-1900. Inoltre, il 2022 è stato l’ottavo anno consecutivo con temperature superiori di oltre un grado rispetto ai livelli pre-industriali. I dati sono stati forniti da Copernicus, programma di osservazione della Terra dell’Unione europea, nel suo rapporto Global Climate Highlights 2022.

siccità caldo record
Immagine | Newsby

L’estate 2022 è stata la più calda mai registrata in Europa

Secondo il report, l’estate del 2022 è stata la più calda mai registrata in assoluto in Europa, seguita dal terzo autunno più caldo mai calcolato in ogni epoca. In particolare, le alte temperature hanno colpito la zona occidentale e settentrionale del Continente europeo. L’anno intero, invece, è stato il più caldo di sempre per Italia, Spagna, Francia, Lussemburgo, Regno Unito, Svizzera, Slovenia, Croazia e Bosnia Erzegovina. Inoltre, si è verificato un prolungato periodo di siccità che ha messo in ginocchio molti Paesi, tra cui l’Italia, e che ha favorito lo sviluppo di incendi boschivi. Secondo i dati emersi dal monitoraggio la stagione degli incendi del 2022 è stata responsabile delle emissioni più elevate mai registrate negli ultimi 15 anni. Francia, Spagna, Germania e Slovenia hanno registrato le emissioni di incendi boschivi estivi più elevate almeno degli ultimi 20 anni.

caldo a Torino
Foto | Newsby

Eventi estremi in tutto il mondo nel 2022

I poli non sono rimasti immuni da questa ondata di caldo con temperature alte anche in Antartide e nell’Artico. La prima ha vissuto un periodo molto caldo a marzo. Alla stazione di Vostok, che si trova nell’Antartide orientale, infatti, la temperatura ha raggiunto i -17,7°C, la più elevata mai riportata in 65 anni di rilevazioni meteorologiche. A settembre, invece, le temperature sopra il centro della Groenlandia hanno raggiunto valori superiori di 8 °C alla media e quasi tutto il paese ha registrato temperature medie superiori a qualsiasi altro settembre dal 1979.

Il 2022 è stato segnato anche da alcuni eventi estremi che hanno provocato enormi danni, tra cui le alluvioni che hanno colpito il Pakistan e l’India settentrionale. Anche in Cina si sono verificate ondate di caldo estreme, soprattutto nei settori centro-orientali. Secondo lo studio, le conseguenze degli eventi estremi hanno avuto un grosso impatto sulle società locali, sull’agricoltura, sull’economia e sul benessere della popolazione.


Tag: caldoEstateEuropa