Zingaretti: “Draghi? Giusto decidere. Pnrr? Su scuola. Renzi? Non lo temiamo”

Dal Salone del Libro di Torino, l'ex segretario Pd parla di investimenti e futuro. Sul presente, però, Zingaretti attacca Cdx e Renzi

newsby Luca Perillo20 Maggio 2022


Nicola Zingaretti torna a parlare del presente e il futuro dell’Italia, ma anche di quello del centrosinistra. L’ex segretario del Pd, al Salone Internazionale del Libro di Torino, ha infatti parlato di scuola, economia, democrazia, ma anche di Matteo Renzi. Mandando un segnale al leader di Italia Viva, a sua volta in passato segretario del Partito Democratico.

Zingaretti, il Pnrr e la guerra in Ucraina


Noi stiamo decidendo come vivremo nei prossimi 30-40 anni grazie agli investimenti del Pnrr e alla ripresa. E sarebbe un bellissimo progetto del Pnrr eliminare la dispersione scolastica in Italia. Sarebbe la più grande missione del Paese in questo momento“. Queste le parole di Nicola Zingaretti, al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Il presidente della Regione Lazio ha visitato lo stand della Regione e incontrato le piccole e medie case editrici del Lazio presenti alla kermesse. Qui si è soffermato sul delicato nodo geopolitico che il mondo sta attraversando. E anche il modo in cui il Governo lo sta affrontando. “Giusto l’atteggiamento di ieri di Draghi. Perché in democrazia è giusto dibattere, ma non in modo strumentale come fatto dal centrodestra – è stata la frecciata di Zingaretti –. Alla fine però bisogna decidere“.

La frecciata a Renzi: “Lui alla Festa dell’Unità? Pd si confronta con tutti”


E a proposito di frecciate, Zingaretti si è poi concentrato su un “vecchio amico” del Pd, allontanatosi sempre più dalla galassia dem negli ultimi anni. “Renzi alla festa dell’Unità? È la dimostrazione che il Partito Democratico non ha paura di confrontarsi con nessuno e rimane il perno dell’alternativa riformista alla destra. Forse chi lancia anatemi contro gli altri, in realtà nasconde debolezze di idee“, è stato l’attacco del presidente della Regione Lazio.

Il suo riferimento è al ritorno di Matteo Renzi ad una Festa dell’Unità dopo due anni di assenza. “Certo“, ha concluso Zingaretti, “anche il Pd a volte deraglia, e l’ho denunciato più volte. Ma con Letta credo che abbia intrapreso la strada giusta“.


Tag: Italia VivaMatteo RenziNicola ZingarettiPartito DemocraticoPdPnrrSalone Internazionale del Libro