Ucraina, sgomento anche in Italia: tutta la politica condanna la Russia

Draghi e il Governo condannano "l’attacco della Russia all’Ucraina, ingiustificato e ingiustificabile", Di Maio convoca l'ambasciatore. Duri Letta e Meloni

Le bandiere di Italia e Unione europea sventolano a Palazzo Chigi
Foto: Newsby
newsby Marco Enzo Venturini24 Febbraio 2022


L’escalation della guerra tra Russia e Ucraina ha sconvolto il mondo intero, e anche in Italia non mancano le immediate reazioni del mondo istituzionale e politico. Da parte di tutti c’è rabbia, sgomento, terrore e una ferma condanna dell’iniziativa presa dal Cremlino. A partire dal presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Guerra tra Russia e Ucraina: le iniziative del Governo

Il Governo condanna l’attacco della Russia all’#Ucraina, ingiustificato e ingiustificabile. L’Italia è vicina al popolo e alle istituzioni ucraine in questo momento drammatico. Al lavoro con alleati europei e NATO per rispondere immediatamente, con unità e determinazione“, sono le parole di Draghi. A darne spazio è l’account Twitter ufficiale di Palazzo Chigi.

Anche il ministero degli Esteri si è immediatamente mobilitato dopo che la Russia ha aperto le ostilità nei confronti dell’Ucraina. “Su istruzioni del ministro Luigi Di Maio, il Segretario Generale Ettore Sequi ha convocato l’ambasciatore russo Sergey Razov alla #Farnesina. Ferma condanna del Governo per la gravissima, ingiustificata e non provocata aggressione alla #Ucraina: chiara e netta violazione del diritto internazionale“, si legge sul sito della Farnesina.

La severità del ministro Di Maio e di Enrico Letta

L’operazione militare russa è una gravissima e ingiustificata aggressione, non provocata, ai danni dell’Ucraina, che l’Italia condanna con fermezza. Una violazione del diritto internazionale. L’Italia è al fianco del popolo ucraino, insieme ai partner Ue e atlantici“, è invece la condanna alla Russia espressa dal ministro Di Maio in persona.

Chiaro l’appello del segretario del Partito Democratico, Enrico Letta. “L’Italia deve #condannare senza ambiguità l’attacco all’ #Ucraina e, insieme agli alleati, #reagire a questa sfida senza precedenti ai principi di libertà e democrazia in Europa. I comodi terzismi son stati spenti dalle bombe di Putin; ora è o di qua o di là. #UcrainaLibera“, ha scritto su Twitter.

Russia invade Ucraina: le reazioni di Salvini e Meloni

Per Matteo Salvini un’immagine di guerra, ma nessun riferimento esplicito a Russia o Ucraina. “Un giovedì orribile, immagini che non avremmo mai più voluto vedere, speriamo che tutto si fermi presto e che ragione prevalga. Lega condanna con fermezza ogni aggressione militare, auspicio è immediato stop alle violenze, sostegno a Draghi per una risposta comune degli alleati“, è il tweet del segretario della Lega.

Molto più diretto il messaggio di Giorgia Meloni. “Inaccettabile attacco della Russia di Putin contro l’Ucraina. L’Europa ripiomba in un passato che speravamo di non rivivere più. Occidente e comunità internazionale siano uniti nel mettere in campo ogni utile misura a sostegno di Kiev e del rispetto del diritto internazionale“, si legge nel post della leader di Fratelli d’Italia.


Tag: Enrico LettaGiorgia MeloniGovernoLuigi Di MaioMario DraghiMatteo Salviniministero degli esteriRussiaUcraina