Sanità Lombardia, Fontana: “Cambio al vertice non mi preoccupa”

Il presidente di Regione Lombardia: "Arriverà un nuovo dirigente, che conoscerà sicuramente la situazione della nostra Regione. Per ora non ci sono nomi"

Attilio Fontana - Newsby.it
Newsby Redazione 8 Febbraio 2024

“Cambio al vertice sulla sanità? Non on mi preoccupa assolutamente”, ha commentato il presidente della Regione Lomabrdia, Attilio Fontana, a proposito del cambioal vertice della dirigenza della sanità lombarda, dopo l’addio di Giovanni Pavesi, il direttore generale dell’assessorato al Welfare che approderà all’Aifa. “Saluto il dottor Pavesi che ha svolto un lavoro egregio, evidentemente è un ruolo che ritiene estremamente attrattivo e quindi auguri per il nuovo lavoro – ha concluso -. Arriverà un nuovo dirigente, che conoscerà sicuramente la situazione della nostra Regione”, ha dichiarato sempre Fontana, a margine di una convegno sull’intelligenza artificiale. “Nomi? Per adesso non ce ne sono”, ha concluso.

“Intelligenza artificiale grande opportunità per sburocratizzare”

A margine del convegno ‘L’intelligenza artificiale nella Pubblica Amministrazione: opportunità e rischi’, a Palazzo Pirelli, Fontana ha definito l’Ia “una grande opportunità, qualcosa che può essere ben spesa per sburocratizzare e per utilizzare al meglio quella quantità di dati immensi che abbiamo. Credo che l’unico difetto dell’intelligenza artificiale è che abbiamo iniziato a parlarne troppo tardi, perché ormai fa già parte della realtà della nostra vita. – ha aggiunto il presidente della Regione Lombardia – Ma non si sono ancora predisposte quelle regole , quelle indicazioni, quei limiti all’interno della quali deve essere utilizzata”.

“Noi da sempre vicini alla famiglia di Luca Attanasio”

“La nostra vicinanza alla famiglia di Luca Attanasio l’abbiamo sempre dimostrata. Abbiamo sempre manifestato la nostra solidarietà, per quello che è stato un dramma che non avrebbe dovuto né potuto realizzarsi, se ci fossero state un minimo di preparazione e di attenzione”, ha poi affermato Fontana.

Milano Cortina, Fontana: “Proteste ci saranno sempre”

Il presidente di Regione Lombardia ha poi risposto a una domanda riguardante i ritardi e alle proteste ambientaliste sulle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina 2026, che la scorsa notte hanno portato alcuni attivisti a esporre striscioni di contestazione in via Melchiorre Gioia a Milano. “L’unica cosa seria è il fatto che il Cio abbia questo atteggiamento. Sulle proteste in questo paese si fanno comitati su tutto ciò che deve essere fatto. Se non va bene un’Olimpiade che è la massima rappresentazione dello sport, nella quale non abbiamo fatto praticamente nulla di nuovo salvo la pista da bob, un’Olimpiade che è stata definita dal Cio medesimo ‘la più sostenibile della storia delle Olimpiadi’, non si puo’ neanche reagire a queste affermazioni. Vadano avanti a contestare”, ha affermato Fontana.

Protesta agricoltori, Fontana: “Non possiamo sostituirci a Bruxelles”

Fontana ha anche commentato l’incontro avvenuto ieri tra i rappresentanti dei lavoratori agricoli e la Regione. “Noi possiamo metterci l’impegno, la volontà e la condivisione, ma non possiamo sostituirci all’Europa per prendere queste decisioni. Più che impegnarci, ed è quello che facciamo da anni, altro non possiamo fare. Non so perché non siano stati soddisfatti, evidentemente non gli si può dare tutto quello che vogliono subito”.

Impostazioni privacy