Energia, Sala: “Da Cingolani grido d’allarme su rincaro bollette”

Sindaco Milano: "I valori in gioco sono molto alti, limiterebbero una parte significativa dei benefici e dei fondi europei che abbiamo"

newsby Francesco Maviglia17 Settembre 2021



Nel corso della conferenza stampa di presentazione delle iniziative pre Cop26, svolta a Palazzo Marino, Giuseppe Sala, il sindaco di Milano ha parlato del rincaro delle bollette. “Il ministro Cingolani mi ha detto che stanno cercando di affrontare la questione. I valori in gioco sono molto alti, limiterebbero una parte significativa dei benefici e dei fondi europei che abbiamo. Mi ha detto che non è stata un’uscita estemporanea. È chiaro che era anche un grido d’allarme per mettere tutti a lavorare ed evitare questo problema che potrebbe essere veramente grande” ha aggiunto.

Sala: “Nucleare? Gli italiani si sono già espressi nel 2011”

Poche ore fa, Sala ha espresso la sua opinione a proposito dell’energia nucleare in Italia, dichiarando che gli italiani hanno già fatto capire con chiarezza la loro posizione col referendum del 2011. “Sul nucleare ci siamo già espressi tutti già dieci anni fa e quindi è buffo chiamare oggi a esprimere un’opinione e non considerare quella che gli italiani non hanno espresso una vita fa, ma dieci anni fa“.

Il dibattito sull’energia nucleare si è riacceso dopo che Roberto Cingolani ha dichiarato che “si stanno affacciando tecnologie di quarta generazione, senza uranio arricchito e acqua pesante. Ci sono Paesi che stanno investendo su questa tecnologia, che non è matura, ma lo sarà presto“. Matteo Salvini si è riallacciato a questa dichiarazione, dichiarando che non ci sarebbe alcun problema ad aprire una centrale in Lombardia. Un’idea che è stata difesa anche da Attilio Fontana e Letizia Moratti.


Tag: Energia NucleareGiuseppe Sala