Meloni sul Rdc: “Fallimento totale, tutele a chi non può lavorare”

La leader di Fdi: "Uno strumento di tutela serve per chi non è in condizione di lavorare. Ma per gli altri quello che serve è la formazione"

newsby Redazione17 Agosto 2022



In vista delle elezioni politiche del 25 settembre, i partiti italiani stanno cavalcando le loro battaglie storiche, che spesso rappresentano alcuni dei punti chiave dei loro programmi. Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia, non ha mai nascosto le proprie perplessità nei confronti del reddito di cittadinanza e nel suo ultimo video su Facebook è tornata sull’argomento.

Meloni: “Servono strumenti per favorire le assunzioni”

Il reddito di cittadinanza è stato un fallimento totale, nonostante abbia avuto per lo Stato un costo esorbitante pari a circa 9 miliardi di euro l’anno. Stendendo un velo pietoso sulle migliaia di truffe che ha generato, ha fallito come strumento di lotta alla povertà, che doveva essere abolita e invece ha raggiunto i massimi storici, e ha fallito come misura di politica attiva del lavoro, visto che pochissimi dei percettori del reddito di cittadinanza hanno trovato un lavoro dignitoso“, ha dichiarato la presidente di Fratelli d’Italia. Ha poi aggiunto che “Fratelli d’Italia è stata l’unica forza politica di tutto il Parlamento, nella legislatura appena conclusa, che non ha mai votato a favore del reddito di cittadinanza. Uno strumento di tutela serve per chi non è in condizione di lavorare. Ma per gli altri quello che serve è la formazione e gli strumenti necessari a favorire le assunzioni“.


Tag: Elezioni 2022Giorgia MeloniReddito di cittadinanza