Marcucci: “Su legge elettorale c’è l’accordo e va rispettato”

Il capogruppo dem si esprime anche sul Mes e sul 'Raggi bis': "Il giudizio del PD sulla sindaca Raggi è stato chiaro e netto"

newsby Redazione18 Agosto 2020



“Ho partecipato alla stesura del programma di Governo. La legge elettorale non è parte integrante del programma, tuttavia ne abbiamo parlato all’epoca. È stata proprio Italia Viva a chiedere lo sbarramento del 5%. Io credo che di massima l’accordo ci sia. C’è un impegno preciso. Io sono all’antica e credo che gli impegni si debbano onorare mantenere e sono convinto che dopo il 20 settembre si arriverà presto all’approvazione della legge elettorale che come matrice avrà questo testo base”. Così Andrea Marcucci, capogruppo del Partito Democratico in Senato, a proposito dell’intesa sulla legge elettorale, che dovrebbe concretizzarsi a partire dal testo presentato dal grillino Giuseppe Brescia. “Raggi bis?”, ha proseguito il senatore, “non c’è più il veto degli accordi e il Movimento 5 Stelle è pronto a discutere regione per regione o città per città; questo è un dato positivo. Penso che il giudizio del Pd sulla sindaca Raggi sia stato chiaro e netto”, ha detto.

Mes, Marcucci: “È una nostra battaglia, insisteremo perché venga usato”


“L’emergenza sanitaria il Governo la sta fronteggiando con un monitoraggio puntuale, pronto a prendere provvedimenti. Un tema da riprendere è quello degli investimenti sopratutto nella sanità e quindi il Mes è una nostra battaglia e insisteremo perché venga usato. Quelli sono soldi disponibili subito e credo che il nostro Paese ne possa aver grande beneficio come la salute dei nostri cittadini”. Così Andrea Marcucci, capogruppo del Partito Democratico in Senato, a proposito della pandemia da Coronavirus e su come affrontare i problemi, economici e sociali, da essa scaturiti. “Il dl agosto comincia l’iter parlamentare. 25 miliardi a disposizioni del Paese per non perdere posti di lavoro e sopratutto per salvare la filiera produttiva. Questo decreto può essere determinante per i prossimi mesi”, ha continuato il senatore. “A settembre convertiremo questo decreto e da lì arriveremo alla legge di bilancio che comincerà proprio nel mese di settembre”, ha concluso.


Tag: Andrea MarcucciPartito Democratico