M5s, Conte: “Il 10 e 11 marzo si voterà il nuovo statuto”

"C'è volontà nuovo corso con me come leader", afferma l'ex presidente del Consiglio

newsby Redazione9 Marzo 2022



“È estraniante litigare sulla riforma del catasto durante una guerra. Noi siamo favorevoli alla digitalizzazione degli uffici del catasto e contrari ad aumentare le tasse”. Così Giuseppe Conte fuori dalla sede del Movimento 5 Stelle in via Campo Marzio rispondendo alla domanda sul catasto. “La Leadership non è una questione politica. C’è la volontà del Movimento di abbracciare un nuovo corso con me come leader. È già fissata la data della ripetizione dell’approvazione dello statuto che ci sarà il 10 e l’11 marzo. Sarà, quindi, un momento di grande partecipazione democratica dove si voterà il presidente e il nuovo statuto. Io non sono un traghettatore. Sono qui per rispondere alle esigenze della comunità pentastellata”, ha continuato sulla decisione del tribunale di Napoli di congelare lo statuto del Movimento.

Caro Energia, Conte: “Pronto nostro progetto per uscire da emergenza”


“Noi abbiamo due livelli per affrontare il caro energia che rischia di mettere in ginocchio la nostra filiera produttiva. Il primo è a livello europeo con l’energy recovery fund che ho lanciato, utile per aiutare famiglie ed imprese. Il secondo è un piano interno che richiede una visione di lungimiranza che va costruito su di un’autosufficienza italiana, quindi investire nelle rinnovabili. Nei prossimi giorni presenteremo al governo e agli altri partiti un progetto per uscire dall’emergenza del caro energia”. Così Giuseppe Conte fuori la sede del Movimento in via Campo Marzio.


Tag: Giuseppe ConteMovimento 5 Stelle