Incontro Draghi-sindacati: “Rimettiamo al centro il lavoro”

Si è svolto a Palazzo Chigi l'incontro tra i sindacati e il premier Mario Draghi per parlare di lavoro e dei diritti dei lavoratori. Incoraggiante il segnale di apertura al dialogo e al confronto: prioritaria la lotta all'evasione fiscale, la riforma delle pensioni e aiuti a donne e giovani

newsby Redazione17 Novembre 2021


E’ terminato, dopo oltre due ore, l’incontro a Palazzo Chigi tra il governo con il premier Mario Draghi ed i sindacati su lavoro, pensioni e fisco. Prioritaria la lotta all’evasione e aiuti concreti alle categorie più penalizzate, come donne e giovani. L’apertura del governo a un confronto, mossa non scontatata, è stata vista come un segnale incoragggiante, mentre altri incontri verranno stabiliti a breve.

Landini: ” C’è confronto con il Governo e non è una possibilità scontata”


L’incontro ha determinato un percorso che prevede approfondimenti su una serie di materie da vedere nei prossimi giorni. Primo: gli 8 miliardi per la manovra di bilancio, occorre continuare la lotta all’evasione” ha affermato il segretario della Cgil Maurizio Landini alla fine dell’incontro con il premier Mario Draghi.

Contemporaneamente abbiamo affrontato il tema delle pensioni, incontreremo la prossima settimana i ministri interessati: Orlando, Franco e Brunetta. Poi abbiamo parlato di donne, giovani e lavoratori precoci, chiediamo una verifica e una riforma della legge Fornero. Non abbiamo la certezza dei risultati, ma c’è confronto con il Governo e non è una possibilità scontata“.

Precarietà e la costituzione di un unico fondo per tutti i settori industriali sono due questioni che abbiamo posto al Governo, consideriamo importante il confronto che si è aperto” ha concluso Landini.

Sbarra: “Faremo pressione al Parlamento per modificare legge di bilancio in giusta direzione”


Il segretario della Uil Luigi Sbarra ha voluto affrontare con Draghi diverse questioni in merito alle pensioni, dalla Legge Fornero agli aiuti per giovani e donne.

Revisione legge Fornero: su questo il Governo si è impegnato ad aprire il confronto. Secondo noi bisogna cambiare questa legge per rendere il fondo pensionistico più flessibile, soprattutto per i giovani che con le loro carriere atipiche, discontinue, attraversino una terza età di povertà e solitudine. Sulle donne dobbiamo assicurare un anno di contribuzione in più per ogni figlio” ha sottolineato Sbarra.

Dobbiamo garantire l’uscita dal mercato del lavoro a 62 anni, queste sono le nostre priorità. Gli 8 miliardi per la legge di bilancio vanno destinate al taglio delle tasse, faremo pressione al Parlamento per modificare la legge di bilancio nella giusta direzione” ha affermato Sbarra al termine dell’incontro.

Pensioni, Bombardieri: “Risorse stanziate dal Governo insufficienti anche per aprire confronto”


C’era poco ottimismo all’inizio del confronto, con il segretario della Uil Bombardieri che ha voluto sottolineare la penuria di risorse stanziate in legge di bilancio.

“Speriamo che quello tra sindacati e governo sia un incontro fruttifero, ci aspettiamo risposte su fisco, ammortizzatori sociali e pensioni. Le risorse stanziate in legge di bilancio non bastano nemmeno per aprire un tavolo di confronto” ha ammesso il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri a palazzo Chigi prima dell’incontro tra sindacati con il premier Draghi.

Bombardieri: “Capiamo se multinazionali licenzieranno ancora con sms”


C’è stato un confronto articolato su due temi principali: riforma fiscale e pensioni, il Governo ha preso l’impegno di aprire un dialogo sulla riforma strutturale della legge Fornero. Intanto si aprono discussioni su eventuali interventi sulla manovra finanziaria. Oltre a questo si apre un tavolo di confronto più in generale” ha sottolineato il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri.

Abbiamo ricordato al presidente Draghi il problema delle delocalizzazioni. Si discuta se le multinazionali possano ancora licenziare con sms o se invece devono rispettare la dignità di lavoratori e lavoratrici” ha concluso Bombardieri.

 


Tag: Luigi SbarraMario DraghiMaurizio LandiniPierpaolo Bombardierisindacati