Elezioni, Salvini: “Moratti? Non lancio ministri a caso”

Le dichiarazione del leader della Lega durante un punto stampa in stazione Centrale a Milano

newsby Alessandro Boldrini30 Luglio 2022



“Va discusso con gli interlocutori, non voglio sparare ministri a caso sicuramente proporrò al centrodestra che prima del voto i nomi di alcuni ministri vengano messi sul tavolo”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, durante un punto stampa in stazione Centrale a Milano, rispondendo a chi gli chiedeva se la vicepresidente lombarda Letizia Moratti possa diventare ministro in caso di vittoria del centrodestra. “Per me gli italiani dovranno votare sapendo se vince la Lega con il centrodestra chi fa il ministro dell’Economia, degli Esteri, delle Infrastrutture. Quindi alcuni ministeri importanti dovranno essere messi sul tavolo degli italiani prima del voto. Però non fatemi coinvolgere Letizia Moratti perché non vorrei che qualcuno dicesse che offro una cosa in cambio dell’altra. Non lancio ministri a caso.

Sicurezza, Salvini: “Assumeremo 10mila agenti in più nel 2023”


“L’impegno che ci possiamo prendere, se gli italiani ci danno fiducia, è che nel 2023 si possono assumere, formare e mettere in strada 10mila donne e uomini delle forze dell’ordine in un solo anno”. Così sempre il leader della Lega, Matteo Salvini, durante un punto stampa in stazione Centrale a Milano. “È uno sforzo economico però è un impegno che siamo in grado di prendere e di mantenere. Diecimila donne e uomini in più in divisa in tutta Italia sicuramente garantiscono più sicurezza. Poi proponiamo anche un piano straordinario di telesorveglianza, a partire dalle stazioni”, ha aggiunto.

“Record sbarchi, per fortuna Lamorgese farà altro nella vita”


“Siamo al record di sbarchi di immigrati clandestini rispetto a tutti gli ultimi anni. Non c’entrano i russi, cinesi, turchi, c’entra un Nord Africa abbandonato a se stesso e una politica italiana a guida Pd e Lamorgese assolutamente assente, se non complice. Oggi dal punto di vista dei confini colabrodo l’Italia non è un modello in Europa, anzi ci additano come fallimento. A Draghi per un anno e mezzo ho detto di chiedere al ministro Lamorgese efficacia, prevenzione, presenza, ma ho perso qualsiasi fiducia nel suo operato. Fra due mesi fortunatamente Lamorgese farà altro nella vita, quindi ci sarà qualcuno di più presente”.


Tag: elezioni politicheLegaMatteo Salvini