Centrodestra, Berlusconi: “L’Italia non vuole governo di sinistra”

La coalizione di centrodestra ha chiuso la campagna elettorale con un ultimo comizio, durante il quale hanno parlato tutti i leader

newsby Redazione23 Settembre 2022



Il centrodestra è unito e rappresenta “la maggioranza vera del Paese. L’Italia non vuole essere governata dalla sinistra. 28 anni fa ci siamo alleati per evitare al nostro paese una deriva autoritaria, statalista, giustizialista che avrebbe messo in grave pericolo il futuro dell’Italia e la nostra libertà“. Lo ha dichiarato il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi dal palco di Piazza del Popolo, dove si è svolta la manifestazione del centrodestra che ha chiuso la campagna elettorale.


Centrodestra, Berlusconi: “Vogliamo un Paese dove non ci siano cittadini di serie B”


Quale Italia vogliamo costruire per il futuro? Il centrodestra vuole costruire un’Italia dove non ci siano cittadini di serie B. Vogliamo costruire un’Italia dove lo stato e le sue istituzioni siano sentiti come la casa di tutti e non come un nemico; dove lo stato, attraverso lo strumento fiscale, non espropri i cittadini dei risparmi e dei beni che con il loro lavoro si sono riusciti a conquistare“, ha aggiunto Berlusconi.

Centrodestra, Salvini: “No a tutte le droghe. Via numero chiuso e test ingresso a medicina”


Dal canto suo, Matteo Salvini ha ribadito alcuni dei cavalli di battaglia della Lega, come il “no” a tutte le droghe. “Per il popolo del centrodestra proteggere la salute vuol dire confermare sempre e comunque il ‘no’ ad ogni tipo di droga. Garantire il diritto alla salute vuol dire anche abolire il test d’ingresso e il numero chiuso per la facoltà di medicina. Apriamo le porte dell’università italiane non ai raccomandati ma a tutti. Mi vergogno che anche quest’anno scolastico ci siano migliaia di bimbi disabili a casa perché non ci sono gli insegnanti di sostegno in classe“.

Salvini: “Ho bloccato gli sbarchi e non vedo l’ora di tornare a farlo da premier”


Chi sceglie la Lega dà fiducia un 49enne che è a processo e rischia 15 anni di carcere perché ha bloccato lo sbarco di clandestini: l’ho fatto e non vedo l’ora di tornare a farlo da presidente del consiglio o da umile servitore dello Stato“, ha dichiarato Salvini. “Guai a chi viene nel nostro paese e vuole cambiare il nostro modo di essere e di pregare. Che arriva domani mattina deve imparare a dire ‘grazie’, ‘per favore’ e a rispettare la nostra storia millenaria”.

Salvini: “A testa alta all’estero senza cambiare collocazione internazionale”


Noi non cambiamo collocazione internazionale, restiamo orgogliosamente tra i pesi liberi e occidentali, non siamo al soldo di nessuno però voglio governare un’Italia rispettata all’estero, che va a testa alta, che non prende ordini da altri“, ha aggiunto Salvini. “Spero che in Israele vinca Netanyahu, ma rispetto ogni risultato, negli USA spero che vincano gli amici del partito repubblicano e che Biden prenda una democratica lezione dei suoi cittadini, ma questo lo dico osservando con rispetto quello che accade dall’altra parte del mondo. Mandiamo Letta a Parigi“, ha concluso.

Meloni: “L’Italia deve tornare a essere orgogliosa della sua Nazione”


La sinistra dice che l’Europa ha paura, gli unici che hanno paura sono loro perché hanno capito che sta per finire il loro sistema di potere. Non ha paura l’Italia produttiva, dei giovani, delle donne che non chiedevano quote, non ha paura l’Italia che vuole tornare a essere fiera della sua Nazione” ha dichiarato la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni durante la manifestazione del centrodestra a piazza del Popolo.

Meloni chiude la manifestazione del centrodestra: “Non ci fermeranno”


Non ci fermeranno, dal 25 settembre tutto cambierà. Via gli apprendisti stregoni che ci hanno tolto le libertà fondamentali durante la pandemia, difenderemo i confini nazionali dagli scafisti che fanno soldi sulla pelle della gente e aboliremo il reddito di cittadinanza. La sinistra esca allo scoperto e ci dica con chi vuole governare” chiude con queste parole Giorgia Meloni la manifestazione del centrodestra a piazza del Popolo a Roma.

Elezioni, centrodestra in piazza: “Meloni premier. Priorità? Immigrati, bollette e lavoro”


Sono migliaia gli elettori giunti a piazza del Popolo per i comizi dei leader Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Tante le bandiere di Fratelli d’Italia. La maggioranza degli elettori non ha dubbi: “Meloni premier. Tra le priorità del prossimo governo di centrodestra: immigrazione, tasse, bollette e lavoro. Ritorno del fascismo? Nessun pericolo per la democrazia“.


Tag: CentrodestraElezioni 2022Giorgia MeloniMatteo SalviniSilvio Berlusconi