Berlusconi: “Le sentenze di assoluzione non saranno appellabili”

Per il leader di Forza Italia: "Un cittadino - una volta riconosciuto innocente - ha diritto di non essere perseguitato per sempre"

newsby Redazione17 Agosto 2022



Una parte del programma del centrodestra è incentrata sulla giustizia, sui cambiamenti a cui dovrebbe andare incontro e sulle idee di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia per riformarla. Nella nuova video-pillola quotidiana, Silvio Berlusconi, il leader di FI, si è soffermato proprio su questo argomento, andando più nello specifico su cosa potrebbe cambiare nei prossimi anni in caso di vittoria alle elezioni della coalizione di cui fa parte.

Berlusconi: “Un cittadino ha il diritto di non essere perseguitato per sempre”

Oggi cominciamo a parlare di giustizia. In Italia migliaia di persone ogni anno vengono arrestate e processate pur essendo innocenti. Il processo è già una pena, che colpisce l’imputato, ma anche la sua famiglia, i suoi amici, il suo lavoro. Per questo non deve trascinarsi all’infinito, in appelli e controappelli. Quando governeremo noi, le sentenze di assoluzione, di primo o di secondo grado, non saranno appellabili. Un cittadino – una volta riconosciuto innocente – ha diritto di non essere perseguitato per sempre. Anche perché perseguitare gli innocenti significa qualche volta lasciare i veri colpevoli in libertà. Se anche tu pensi che la presunzione di innocenza sia alla base della nostra civiltà giuridica, il 25 settembre devi andare a votare e devi votare Forza Italia“, ha spiegato Berlusconi.

Una pillola al giorno del nostro programma dovrebbe levare di torno i signori della sinistra“, ha scherzato Berlusconi all’inizio del video, parafrasando un noto proverbio.


Tag: CentrodestraElezioni 2022Forza ItaliagiustiziaSilvio Berlusconi