Audi e-tron GT: svelata la Gran Turismo a batteria da 646 cavalli

La sportiva a batteria della casa tedesca ha fino a 646 cavalli di potenza ed è disponibile in due diverse versioni, e-tron GT quattro ed e-tron GT RS. L’autonomia è di 487 km

Audi e-tron GT
Audi e-tron GT
newsby Emiliano Ragoni11 Febbraio 2021


Dopo averla presentata diversi mesi fa con le camuffature di rito (il prototipo risale al 2018), l’Audi e-tron GT è finalmente tra noi. Si tratta della prima super sportiva elettrica della casa dei quattro anelli. La versione definitiva differisce leggermente rispetto al prototipo camuffato per l’assenza di una nervatura sulle fiancate, per il resto le forme della carrozzeria rimangono le medesime. I prezzi italiani non sono stati ancora comunicati. In Germania il listino parte da Prezzi (in Germania) da 99.800 euro.

Audi e-tron GT: la sorella della Taycan

Costruita sulla stessa piattaforma della “sorella” Porsche Taycan, la e-tron GT si presenta come una super berlina a quattro posti con delle linee fluide (il coefficiente di forma Cx è di 0,24, risultando quindi ottimo). Lunga 499 cm, larga 196 e alta 141, ha un bagagliaio di 405 litri, risultando quindi una valida alleata anche per i viaggi.

Audi e-tron GT 1
Audi e-tron GT

Sarà disponibile in due diverse versioni: e-tron GT quattro ed e-tron GT RS. La e-tron GT quattro, ha 530 cavalli, 640 Nm di coppia massima e uno 0-100 in 4,1 secondi, con una velocità massima di 245 km/h. La prestazionale RS di cavalli ne ha 646, con 880 Nm di coppia, ed è in grado di garantire uno 0-100 in 3,3 secondi, 200 km/h in meno di 12 secondi, con una velocità massima di 250 km/h. Entrambe sono alimentate da due motori elettrici e da una batteria da 93,4 kWh (86 kWh la capacità effettivamente utilizzabile). L’autonomia dichiarata è di 487 km (nel ciclo WLTP).

Telaio da sportiva di razza

La casa tedesca, mutuando lo stesso pianale J1 della Taycan, garantisce al guidatore un telaio molto raffinato che può contare su sospensioni pneumatiche con molle ad aria a tripla camera, barre antirollio attive, e torque vectoring, un sistema che fornisce al differenziale la capacità di ripartire la coppia trasmessa a ciascuna ruota utilizzando informazioni come l’angolo di sterzata e quelle di ritorno dai vari sensori.

Presente anche il sistema a quattro ruote sterzanti, che consente di far sterzare le ruote posteriori nella direzione opposta a quelle anteriori a bassa velocità per una maggiore agilità e nella stessa direzione a velocità più elevate per migliorare la stabilità.

Audi e-tron GT
Audi e-tron GT

Il “pieno” è velocissimo

Grazie a un sistema di ricarica a 800 V, è possibile utilizzare le colonnine veloci da 350 kW (la potenza massima accettata è di 270 kW), che garantiscono un’autonomia fino a 100 km con un “rabbocco” di 5 minuti, per passare dal 5 all’80% sono necessari 23 minuti. In alternativa, si può impiegare la corrente alternata fino a 22 kW.

Un rombo davvero speciale

La e-tron GT, avrà un “rombo” speciale. Come sappiamo, per legge, le auto elettriche devono emettere un suono a partire da 20 km/h al fine di consentire ai pedoni di avvertire il sopraggiungere della vettura (Acustic Vehicle Alert System). Si sono occupati di realizzare il “rombo” della e-tron GT, emesso da un altoparlante collocato nella parte anteriore dell’auto, i musicisti Rudolf Halbmei e Stephan Gsell.


Tag: AudiNew Mobility