Ucraina licenzia capo sicurezza Kharkiv | Distrutta postazione con armi italiane

La cronaca del 96esimo giorno di guerra in Ucraina, tra scontri sul campo e sforzi diplomatici: tutti gli aggiornamenti

Volodymyr Zelensky Ucraina
Foto Wikimedia Commons | Presidenza dell'Ucraina
newsby Alessandro Bolzani30 Maggio 2022



Nelle scorse ore, Volodymyr Zelensky, il presidente dell’Ucraina, ha lasciato Kiev per visitare Kharkiv e incontrare le truppe al fronte. Una volta lì ha licenziato Roman Dudin, il capo del servizio di sicurezza ucraino nella regione, “perché dai primi giorni dell’invasione su vasta scala, invece di lavorare per la difesa della città ha curato i propri interessi”. Zelensky ha riconosciuto che le condizioni nel Donbass sono difficili, ma ha anche cercato di tenere alta la speranza parlando della possibile vittoria dell’Ucraina. “A causa degli attacchi russi, Severodonetsk è praticamente distrutta. Il 90% delle abitazioni è danneggiato”, ha aggiunto.


Stiamo facendo tutto il possibile per contenere l’attacco russo a Severodonetsk“, ha aggiunto Zelensky. “Catturare Severodonetsk è un obiettivo fondamentale per il contingente occupante. E non si preoccupano del numero di vite che dovranno pagare per questo tentativo; il tentativo di innalzare la bandiera russa sul vialequanto suona amaro questo nomedell’Amicizia dei Popoli, dove si trova l’amministrazione comunale della città“.

Il presidente ha poi espresso la propria gratitudine nei confronti di “tutti coloro che continuano a resistere” e ha dichiarato che è “solo una questione di tempo” prima che l’Ucraina si riprenda quanto conquistato dalla Russia. “In termini di fornitura di armi, ogni giorno ci avviciniamo sempre più al numero del nostro nemico. Domineremo gli occupanti con un potere d’attacco tecnologico e convenzionale. Molto dipende dai nostri partner. Sono pronti a fornire all’Ucraina tutto il necessario per difendere la libertà. Quindi mi aspetto buone notizie su questo fronte già dalla prossima settimana”.

KillNet minaccia l’Italia

KillNet, il gruppo di hacker filorusso, è tornato a minacciare l’Italia. Un nuovo attacco (definito “irreparabile” dal collettivo) era stato annunciato per la mattina di oggi, lunedì 30 maggio, alle 5:00, ma finora non sembra che abbia ancora avuto luogo.
Sono sempre stato interessato a una domanda: la Russia generalmente supporta le nostre attività? Dal momento che faremo un colpo irreparabile in Italia a causa della guerra con Anonymous. Saremo almeno ricordati nella nostra terra natale?”, ha scritto KillNet in un messaggio pubblicato su Telegram.

Ucraina, Russia distrugge postazione ucraina con artiglieria inviata dall’Italia

Secondo quanto riferiscono le agenzie di stampa russe, che citano il ministero della Difesa di Mosca, l’esercito russo avrebbe distrutto una postazione ucraina “dove i nazionalisti avevano posizionato artiglieria inviata dall’Italia. Il sito era nascosto tra gli alberi. “Il Ministero della Difesa della Russia ha pubblicato un video che mostra la distruzione di una postazione di obici di fabbricazione italiana forniti all’Ucraina“, ha dichiarato il Ministero in un commento alle immagini, come riporta la Tass. La posizione di tiro ucraina è stata scoperta dai sistemi di ricognizione dell’artiglieria e un’ulteriore ricognizione è stata condotta da un veicolo aereo senza pilota. Il registratore di dati del drone ha confermato che l’attacco di artiglieria ha eliminato “un plotone di artiglieri nazionalisti ucraini insieme agli obici italiani“, ha dichiarato il ministero.


Intanto arriva un nuovo strappo dall’Ungheria, che certamente creerà ulteriori polemiche in Ucraina. “Ho ricevuto il testo solo ora e non c’è nessun accordo. Ci troviamo in una situazione davvero difficile per colpa del comportamento irresponsabile della Commissione europea“, ha detto Viktor Orbán, primo ministro ungherese, prima del suo ingresso al Consiglio europeo. “La questione dell’energia non è adeguatamente negoziabile con gli Stati membri. Ora, all’improvviso, abbiamo avuto l’idea di embargo e sanzioni sul petrolio, ma è una situazione seria, non è un gioco. Prima abbiamo fatto le sanzioni e poi abbiamo iniziato a pensare alle conseguenze e a cercare delle soluzioni, ma poiché si tratta di energia è molto rischioso“, ha aggiunto. “Dobbiamo cambiare il nostro approccio“, ha concluso Orbán.

Ucraina, conquistato il villaggio di Kamyshevakha: l’annuncio delle unità cecene


Le unità cecene annunciano – con un video, pubblicato sul canale Telegram – la conquista del villaggio di Kamyshevakha, nella Repubblica popolare di Lugansk. “Siamo già riusciti a prendere l’80-90% del territorio“, si legge nel post.


Tag: RussiaUcrainaVolodymyr Zelensky