Ucraina, per Antony Blinken “la Russia ha già perso”

La cronaca del 122esimo giorno di guerra in Ucraina, tra scontri sul campo e sforzi diplomatici: tutti gli aggiornamenti

La guerra tra Russia e Ucraina
Foto diffusa dalla presidenza ucraina
newsby Alessandro Bolzani25 Giugno 2022


Mentre la guerra in Ucraina entra nel suo 122esimo giorno, Antony Blinken, il segretario di Stato americano, parla di un conflitto che la Russia “ha già perso”. Secondo lui, Vladimir Putin non è riuscito a raggiungere l’obiettivo che si era prefissato: distruggere l’Ucraina, “un Paese indipendente e sovrano”. Ricorda, inoltre, che le forze russe non sono riuscite a conquistare Kiev. “Le piccole conquiste della Russia sono state tutt’altro che decisive e hanno avuto un costo straordinariamente alto”.

Ucraina, intelligence UK: “Rimossi vari generali russi da inizio giugno”

Secondo l’intelligence del Regno Unito, dall’inizio di giugno, l’Alto Comando russo ha rimosso numerosi generali da ruoli di comando operativo. Tra di loro ci sarebbero anche il comandante delle truppe aviotrasportate (Vdv), il generale-colonnello Andrei Serdyukov e il comandante del Raggruppamento delle Forze Meridionali, generale di armata Alexandr Dvornikov. Quest’ultimo, secondo quanto trapelato, sarebbe stato “il comandante di tutte le operazioni” per un certo periodo. L’intelligence ritiene probabile che il comando del Raggruppamento delle Forze Meridionali passi al colonnello-generale Sergei Surovikin, la cui carriera “è stata macchiata da accuse di corruzione e brutalità”.

Ucraina, Kiev: “Dalla Bielorussia lanciati missili contro Chernihiv”

L’esercito ucraino ha dichiarato che alcuni missili sono stati lanciati dalla Bielorussia in direzione della regione di confine di Chernihiv. “48 missili russi cruise. Di notte. In tutta l’Ucraina. Esclusivamente su obiettivi civili. La Russia sta ancora cercando di intimidire l’Ucraina, causare panico e far temere alla gente i mostri Z. L’Ucraina sa tutto ed è pronta a tutto. E punirà per tutto il male“. L’ha scritto su Twitter Mikhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Si aggrava il bilancio dei bambini uccisi in Ucraina dall’inizio della guerra: si parla di 339 vittime. A riferirlo è l’ufficio del procuratore generale del Paese, secondo il quale i minori feriti sono almeno 611. Per quanto riguarda i soldati russi che hanno perso la vita in Ucraina dall’inizio dell’invasione, il loro numero è salito a 34.700.

Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l’esercito ucraino indica che si registrano anche 217 caccia, 184 elicotteri e 626 droni abbattuti. Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.511 carri armati russi, 764 pezzi di artiglieria, 3.645 veicoli blindati per il trasporto delle truppe e 14 navi.


Tag: GuerraRussiaUcraina