G20, Principe Carlo a difesa dell’ambiente: il messaggio ai leader

Il principe Carlo è atterrato a Roma per lanciare un messaggio urgente ai leader delle venti maggiori potenze al mondo

G20, Principe Carlo: messaggio
Foto Wikimedia Commons
newsby Linda Pedraglio31 Ottobre 2021


Tra i temi cruciali del G20 si colloca la lotta contro il cambiamento climatico. Protagonista della sessione dedicata al clima sarà il Principe Carlo, da sempre attento e sensibile alla causa ambientalista. Ai principali leader mondiali il primogenito di Elisabetta II si è rivolto questa mattina con un potente messaggio a favore dell’ambiente. Oltre a rappresentare l’80% del Pil mondiale, il gruppo di 20 nazioni, che riunisce i paesi più ricchi al mondo, è infatti il maggiore inquinatore del pianeta.

Principe Carlo fu tra i primi a parlare di ambiente

Simbolo della moda ecosostenibile, il principe Carlo ha iniziato ha parlare di ecologia almeno quarant’anni fa, quando il tema era ancora sulle bocche di pochi. Oggi torna a parlare di sostenibilità di fronte alla platea del G20, evidenziando la “responsabilità schiacciante dei leader verso le generazioni future” per quanto riguarda la lotta ai cambiamenti. “È impossibile non sentire le voci disperate dei giovani che vedono voi come gli amministratori del pianeta, tenendo il loro futuro nelle vostre mani“. Il principe di Galles ha tuttavia osservato che sta “finalmente percependo un cambiamento negli atteggiamenti e la costruzione di uno slancio positivo“.

Un simbolo della moda ecosostenibile

Il principe Carlo è inoltre promotore di un nuovo marcatore digitale sostenibile nell’industria della moda, che registra la storia di ogni articolo, da come è stato progettato e prodotto a come è stato trasportato nei negozi. “La moda – ha proseguito – è uno dei settori più inquinanti del mondo. Ma questo nuovo Digital ID mostra come il business sia impegnato in un cambiamento significativo e misurabile: fornire ai clienti le informazioni di cui hanno bisogno per fare scelte più pulite, sane e sostenibili. Dimostra che il business non si limita a parlare di questi problemi, ma che è passato all’azione“.

Il principe Carlo e i Mercati Sostenibili

Circa 300 dei migliori amministratori delegati del mondo di ogni settore dell’economia si sono uniti alla mia Iniziativa a sostegno di Mercati Sostenibili“. Lo ha affermato Carlo sottolineando che la finanza e alcune delle aziende leader sono pronte a dare il proprio contributo. “Hanno dimostrato quanto siano sensibili al modo in cui sia i consumatori, che controllano più del 60% del Pil globale, che gli azionisti stanno chiedendo cambiamenti nel modo in cui le imprese si comportano“.  Al fianco dell’erede al trono d’Inghilterra si sono schierati l’imprenditore italiano Brunello Cucinelli e Brian Moynihan, co-presidente del Sustainable Markets Initiative (Smi).

 

 


Tag: G20Principe CarloSmi