Finlandia, la “birra Nato” spopola | Affari d’oro per il produttore

Si chiama Otan olutta, che in Finlandia significa "Prendo una birra". Ma il suo nome è anche quello internazionale della Nato: va già a ruba

Otan olutta, la birra
Foto | Twitter | @olafbrewing
newsby Marco Enzo Venturini19 Maggio 2022


Negli ultimi giorni si è parlato molto di Finlandia, per la decisione del Paese scandinavo di superare la sua storica neutralità e aderire alla Nato. Una presa di posizione che la popolazione ha accolto con un evidente entusiasmo, tanto che qualcuno ha deciso anche di celebrare il tutto creando una nuova birra.

Si chiama Otan, che poi è il nome internazionale della Nato. Il nuovo prodotto porta la firma di Olaf Brewing, piccolo birrificio artigianale che opera proprio in Finlandia. E i riferimenti tanto al Paese produttore quanto ai motivi del lancio del prodotto sono evidenti, dato che la lattina presenta i bianco e blu tipici della bandiera nazionale (e della Nato stessa). Ma anche un guerriero in armatura che sorride e solleva un boccale di birra.

Finlandia: come e perché è nata la “birra pro Nato”

Il birrificio ha quindi sposato al 100% l’iniziativa di Sanna Marin, premier della Finlandia che annunciando la richiesta di ingresso nella Nato ha affermato: “C’è una seria minaccia nucleare. Accanto alla Russia non possiamo più credere che ci sarà un futuro di pace“. Del resto i due Paesi sono divisi da un lungo confine di 1.340 km, e la cittadina di Savonlinna (dove si trova la sede di Olaf Brewing) è appena a un’ora dal confine.

Lattina di birra Otan
Foto | Twitter | @olafbrewing

Anche questo ha voluto ricordare Petteri Vanttinen, amministratore delegato del birrificio, che ha presentato il nuovo prodotto da 5,3 gradi alcolici alla testata ‘Yle’. Savonlinna, infatti, fu bombardata dalla Russia durante la Seconda guerra mondiale. “Noi speriamo che nella nostra bellissima città non avvengano più battaglie di alcun genere – ha dichiarato –. Ma se in passato non abbiamo preso posizioni politiche di alcun tipo, adesso la maggioranza della Finlandia sostiene l’adesione alla Nato“.

C’è peraltro un altro “inside joke” nel nome della bevanda, comprensibile però solo ai locali. Se ‘Otan olutta’ include il nome della Nato, infatti, la traduzione letterale in finlandese è “prendo una birra“. E l’entusiasmo nel Paese è alle stelle, sin dal lancio social da parte di Olaf Brewing. “La Finlandia indipendente sta per prendere una decisione indipendente. Celebriamo questo producendo una nuova birra“, ha scritto infatti il produttore.

Confezioni di birra Otan imballate da Olaf Brewing
Foto | Twitter | @olafbrewing

E l’iniziativa sta già raccogliendo un successo sensazionale. Non soltanto infatti le ordinazioni sono già esaurite nel giro di meno di tre giorni, ma anche la produzione non riesce a reggere il passo delle richieste. Tanto che Olaf Brewing si sta già espandendo e sta assumendo nuovo personale per soddisfare la domanda della birra Otan. E si può dire che la Finlandia ha già raggiunto i suoi primi benefici economici del nuovo accordo… ancora prima di essere concretamente entrata nella Nato.


Tag: FinlandiaNatoOlaf BrewingOtan oluttaRussia