Expo Dubai 2020, omaggio all’Italia con il concerto di Francesco De Gregori

Partecipazione straordinaria anche del collega e amico di De Gregori, Antonello Venditti. Settecento i testimoni dell'evento

newsby Fabrizio Rostelli15 Novembre 2021



A Expo Dubai 2020 c’è spazio anche per la grande musica d’autore italiana: ll cantautore romano Francesco De Gregori si è infatti esibito in concerto al Millennium amphitheatre di Dubai, in una serata-omaggio alla cultura e alla canzone italiana.

Le più belle canzoni di Francesco De Gregori a Expo Dubai 2020

A organizzare l’appuntamento l’Associazione Diplomatici, presente all’esposizione universale, in collaborazione con il Padiglione Italia. De Gregori e la sua band hanno incantato una platea di circa settecento spettatori, eseguendo alcuni dei brani più amati dal pubblico.

Da Alice a La donna cannone, passando per Rimmel, Titanic, La leva calcistica del ’68, Atlantide, La storia siamo noi e Cercando un altro Egitto. Il concerto si è concluso con il duetto a sorpresa con un altro cantautore romano, Antonello Venditti. I due artisti hanno eseguito, insieme, Viva l’Italia e Roma capoccia.

Quest’ultimo brano, diventato uno degli “inni” non ufficiali della Capitale, è contenuto nell’unico album registrato assieme in studio da De Gregori e Venditti, che per l’occasione ribattezzarono il sodalizio (e chiamarono l’album stesso) con il nome di Theorius Campus. La raccolta, pubblicata nel 1972, fu il preludio per entrambi di una carriera solistica di grande successo, pur con direzioni musicali differenti.

Non solo cantautorato: al Millennium amphiteatre anche un omaggio alla pizzica salentina


Il Millennium amphiteatre, comunque, non ha fatto da cornice solo al concerto di De Gregori. A Dubai, infatti, è stato protagonista anche il gruppo “Le Ballets de Monte-Carlo”, che ha sfruttato l’occasione di Expo 2020 per esibirsi davanti al pubblico internazionale.

Il corpo di ballo, in particolare, ha portato in Medio Oriente lo spettacolo “Core Meu”, creazione del suo direttore artistico e coreografo Jean-Christophe Maillot sulle atmosfere della pizzica e della taranta di Antonio Castrignanò. Il suono del Salento si è fuso con la danza classica e contemporanea di uno dei corpi di ballo più prestigiosi al mondo.


Tag: Antonello VendittiExpo Dubai 2020Francesco De GregoriLe Ballets de Monte-CarloPadiglione Italia