Elisabetta, Sinn Féin: “Ha contribuito più regina a processo di pace che governi britannici”

Il chairperson del Sinn Féin, movimento indipendentista irlandese fondato nel 1905 da Arthur Griffith: "Vorrei esprimere le condoglianze del mio partito al popolo britannico e alla famiglia della regina"

newsby Fabrizio Rostelli13 Settembre 2022



Declan Kearney, chairperson del Sinn Féin, movimento indipendentista irlandese fondato nel 1905 da Arthur Griffith, ha parlato della morte della Regina Elisabetta II del Regno Unito. “Il nostro processo di pace è stato avviato nel 1994. La famiglia reale britannica ha contributo significativamente negli ultimi anni alla costruzione delle potenzialità di questo processo e per molti aspetti la regina e i membri della sua famiglia hanno contribuito molto più di alcuni governi britannici e di alcuni settori dell’unionismo politico“, le sue parole.

E ancora: “Vorrei esprimere le condoglianze del mio partito al popolo britannico e alla famiglia della regina. Speriamo che la famiglia reale in futuro continui ad avere un ruolo costruttivo e di leadership nell’aiutarci a superare le sfide politiche in Irlanda e continui ad agire a favore della riconciliazione tra l’Irlanda e la Gran Bretagna che esistono da molti secoli“, ha aggiunto.

“Unionisti e governo britannico vogliono smantellare Accordo Venerdì santo”


Attualmente l’amministrazione condivisa del potere nel Nord dell’Irlanda continua a non essere operativa, c’è una spaccatura e instabilità politica in questo momento di crisi economica. Nelle elezioni di maggio il Sinn Féin è emerso come il primo partito conquistandosi il diritto di nominare il primo ministro ma gli unionisti del DUP hanno dichiarato di non voler più partecipare alla condivisione del potere“, ha spiegato Kearney.

Che poi ha aggiunto: “Il governo britannico ha violato il protocollo irlandese sulla Brexit che ci permette di avere rapporti economici sia con l’UE che con la Gran Bretagna. E’ chiaro, dato il comportamento politico del Democratic Unionist Party e la posizione assunta dal governo conservatore britannico stesso, che stanno cercando di fatto di smantellare l’esistenza dell’Accordo del Venerdì santo“.

“Truss si sente nella scia neoliberista di Thatcher”


Una chiosa finale sulla neo Primo ministro del Regno Unito, Lizz Truss. “Non c’è dubbio che Truss provenga dalla stessa radice ideologica neoliberista della Thatcher. Dobbiamo ancora sentire questo Primo ministro dichiarare quale sia il suo piano d’azione per assicurare che le istituzioni vengano ristabilite qui del Nord, se intenda mettere pressione al DUP e agli altri settori dell’unionismo politico per ristabilire la condivisione del potere e se si impegnerà seriamente con la commissione europea per superare l’impasse del protocollo sulla Brexit. Riguardo alle elezioni italiane, è molto difficile prevedere quello che accadrà. La politica italiana è stata afflitta per molti anni da una continua instabilità. Spero che queste elezioni possano fornire all’Italia la stabilità politica che è stata negata alle vostre istituzioni politiche“, ha concluso il chairperson del Sinn Féin.


Tag: Declan KearneyRegina ElisabettaSinn Féin