A Tirana intesa Ue-Balcani sulla riduzione delle tariffe roaming

Siglato l'accordo di cooperazione sul roaming tra Ue e Balcani occidentali. Ursula von der Leyen: "Gli operatori di telecomunicazioni inizieranno a ridurre le tariffe di roaming"

Foto | Twitter @Ursula von der Leyen
Newsby Redazione 6 Dicembre 2022

Siglato al vertice di Tirana l’accordo di cooperazione sul roaming tra Ue e Balcani occidentali. “Con l’accordo odierno, gli operatori di telecomunicazioni inizieranno a ridurre le tariffe di roaming dati tra l’Ue e i Balcani occidentali a partire dal prossimo anno. Questo è positivo per gli affari e il turismo. È anche un ottimo modo per avvicinare le persone”, ha riferito la presidente della Commissione Ursula von der Leyen in un Tweet.

Meloni: “Grande responsabilità verso i Balcani occidentali”

“Penso che abbiamo una grande responsabilità verso i Paesi dei Balcani occidentali, specialmente dopo l’aggressione russa all’Ucraina. Bisogna rafforzare il processo per il loro ingresso nell’Ue”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio Giorgia Meloni alla stampa arrivando al vertice Ue-Balcani occidentali organizzato a Tirana. La premier è stata accolta dal primo ministro albanese Edi Rama.
“Ci sono molte materie su cui dobbiamo lavorare insieme, dall’economia alla cybersicurezza, su cui l’Italia è pienamente impegnata. Cercheremo di fare il nostro meglio, anche sul roaming e altre materie in discussione. Si può contare sull’Italia”, ha aggiunto.

Von der Leyen: “Scegliete, con l’Ue oppure con Cina e Russia”

Durante il vertice Ue-Balcani occidentali, la presidente della Commissione europea ha invitato i sei Paesi della regione a prendere posizione contro Stati autoritari come la Russia e la Cina. I Balcani occidentali devono “decidere da che parte stare: dalla parte della democrazia, questa è l’Unione Europea, amica e partner. O se vogliono prendere una strada diversa”, ha riferito, per poi sottolineare: “Russia e Cina stanno cercando di esercitare un’influenza nella regione, ma l’Ue è il maggiore investitore e il partner più stretto per i Balcani occidentali”. “A seguito della guerra scatenata dalla Russia in Ucraina, la questione è se prevarranno le autocrazie e la legge del più forte o la democrazia e lo stato di diritto” e “questa lotta è evidente anche nei Balcani occidentali”, ha spiegato von der Leyen.

Impostazioni privacy