Audi e-tron GT, in arrivo la “gemella diversa” della Porsche Taycan

A partire dalla fine del 2020 nello stabilimento tedesco di Böllinger Höfe sarà prodotta la berlina sportiva e-tron GT

Audi e-tron GT, in arrivo la “gemella diversa” della Porsche Taycan
Audi e-tron GT, in arrivo la “gemella diversa” della Porsche Taycan
newsby Emiliano Ragoni12 Ottobre 2020


L’Audi è il brand premium del gruppo Volkswagen, sinonimo di lusso e sportività. Queste peculiarità sono rimasti tali anche adesso che il gruppo tedesco ha virato in maniera decisa verso la trazione elettrica. Il primo frutto di questo nuovo corso è l’Audi e-tron, la suv elettrica arrivata sul mercato nel 2018, che dopo un avvio stentato sta registrando ottimi numeri di vendita.

Audi e-tron GT, la super berlina

La e-tron utilizza la piattaforma MLB Evo (derivata dalla Q8), che non essendo specifica per le auto elettriche, presenta dei limiti tecnici. La e-tron GT, la super berlina elettrica che entrerà in produzione entro fine anno, presentata sotto forma di prototipo nel 2018, rappresenterà invece un vero e proprio passo avanti. La base tecnica della e-tron GT è infatti condivisa con quella della Porsche Taycan, vettura che tanto sta piacendo agli appassionati del marchio.

La nuova e-tron GT verrà prodotta nello stabilimento Audi Böllinger Höfe di Heilbronn, già impiegato per la produzione della supercar R8. L’impianto in questione, al fine di rispondere al meglio alla realizzazione del nuovo modello, sarà sottoposto a lavori di ampliamento e potenziamento; la catena di montaggio già opera su trentasei cicli produttivi, venti in più di prima.

Berlina sì, ma super sportiva

Basta guardare la foto della e-tron GT per accorgersi che non si tratta della solita berlina ma di una sportiva che strizza l’occhio alle coupé, complici un tetto spiovente che confluisce in un posteriore compatto, quest’ultimo caratterizzato da un lunotto molto inclinato. Un altro segno distintivo della e-tron GT è la fiancata muscolosa, associata ad ampi passaruota.

Un “rombo” su misura

Dal 1 luglio 2019, una normativa europea ha imposto che tutti i nuovi modelli di auto elettriche e ibride venduti nell’Unione Europea debbano essere dotati di un sistema denominato AVAS (acronimo di Audible Vehicle Alert System), in grado di riprodurre un suono artificiale fino a una velocità di 20 km/h, così che i pedoni possano avvertire il loro sopraggiungere.

L’Audi ha pensato bene di sfruttare quest’obbligo di legge facendolo diventare un segno distintivo. Una vettura come la e-tron GT non poteva di certo emettere il solito cicalino, e così i tedeschi hanno deciso di affidare la realizzazione del “rombo”, che viene emesso da un altoparlante collocato nella parte anteriore dell’auto, al musicista Rudolf Halbmei. Questo suono si attenua con l’aumentare della velocità, fino a disattivarsi automaticamente da 60 km/h.


Tag: AudiNew Mobility