eSports, come cresce il settore in Italia

6 milioni di appassionati e un milione e mezzo di giocatori abituali: questo emerge dalla ricerca di YouGov per l’Osservatorio Italiano Esports. E gli adolescenti cominciano a preferire le competizioni virtuali a quelle reali

Team eSports, dal presidente al player: come funziona
Foto Unsplash @elladon
newsby Lorenzo Baletti18 Novembre 2021


Sarà un 2021 da ricordare per il fenomeno eSports in Italia: il gaming cresce infatti in termini di diffusione tra la popolazione e aumenta anche il numero degli appassionati dei videogiochi. A stabilirlo è la nuova ricerca condotta da YouGov Sport per l’Osservatorio Italiano Esports. L’analisi disegna il quadro sul settore in Italia, ed evidenzia alcuni dati che mostrano la costante crescita del gaming nella popolazione italiana. Il primo dato che attesta la popolarità del gaming è proprio quello relativo alla crescita dei gamers nel nostro paese: la quota è salita dal 62% del settembre 2020 al 66% del settembre 2021. Questo risultato è da imputare soprattutto all’incremento dei giocatori da PC, che passano dal 23 al 27%.

eSports, cresce il numero degli hardcore gamers

In particolare, anche gli hardcore gamers (persone che giocano più di 21 ore a settimana e hanno almeno una console o un PC su cui giocare) sono aumentati di numero: dagli 1,3 milioni del novembre 2020 agli 1,5 milioni del settembre 2021. In generale, invece, i fan degli eSports in Italia si consolidano a 6 milioni di persone, di cui il 65% è composto da uomini mentre la restante porzione da donne.

Per quanto riguarda il livello d’interesse per il gaming, il report ha inoltre portato alla luce un dato storico per il settore. Le competizioni eSports entrano infatti nella top 10 di quelle più seguite in Italia nella fascia d’età 18-24 anni. I ragazzi appartenenti a questa categoria mostrano più interesse per gli eSports rispetto a competizioni “reali” come il Tour De France, Wimbledon, la Bundesliga e l’NBA. Questo certifica la direzione che prenderà il mondo dell’intrattenimento, sport compreso, nei prossimi anni: la cosiddetta “generazione Z” sta cambiando letteralmente i paradigmi del settore.

FIFA 21, F1 e Call of Duty in cima alle classifica

La ricerca ha evidenziato anche la rilevanza di una nuova categoria di appassionati: gli iper-fan di eSports. Sono circa 1 milione di persone e mostrano un elevato interesse verso questo mondo, più degli appassionati comuni. Prendendo poi in esame i titoli più giocati, la ricerca ha evidenziato come questi restino ancora FIFA21, F1 e Call of Duty, con l’avanzamento significativo di Pokemon Unite in quarta posizione, davanti a Fortnite. Andando infine ad analizzare l’interesse per i tornei esistenti, resta elevato quello per l’eSerie A TIM e per la eWorld Cup Fifa. Il dato rilevante è che per queste due competizioni ci sono molte persone che, nonostante non abbiano mai visto nessuna partita, lo farebbero con piacere in futuro. Quel futuro dove gli eSports, a quanto pare, saranno sempre più protagonisti.


Tag: eSports