Pensione senza Green Pass, come fare a ritirarla: le modalità

Non solo agli sportelli delle Poste italiane (dove il Green Pass è obbligatorio dal 1° febbraio 2022): ecco tutti i modi per avere i soldi della pensione

Quota 102: come cambiano le pensioni (con il dubbio sul 2023)
https://pixabay.com/it/illustrations/anziani-pensionati-pensione-denaro-1555705/
newsby Marco Enzo Venturini21 Gennaio 2022


Dal 1° febbraio 2022, come stabilito dal nuovo Dpcm firmato da Mario Draghi, non sarà più possibile ritirare la propria pensione in posta se non si esibisce il Green Pass. Le modalità per ottenere quest’ultimo sono chiare, ma esistono sistemi alternativi per riscuotere il proprio assegno mensile. Ecco quali.

Pensione in posta e in banca: si può delegare

Il sistema più noto e più diffuso per ritirare la propria pensione è quello di presentarsi personalmente a uno sportello di Poste italiane Spa. Non è però necessario farlo di persona, dato che è possibile delegare qualcuno al posto nostro. La persona di fiducia deve però prima firmare il modulo ‘AP14’ dell’Inps, disponibile in tutti gli uffici dell’istituto. Il documento, da firmare in duplice copia, è quindi da presentare in posta per poter ritirare i soldi o l’assegno.

La delega vale ovviamente anche in caso di ritiro della pensione in banca. Gli istituti permettono tuttavia anche altre soluzioni, la più pratica delle quali è l’accredito sul proprio conto corrente personale. Se si accetta questa soluzione, la somma è pagabile fin dal 1° giorno del mese di riferimento. E a quel punto si potranno semplicemente ritirare i soldi tramite un comune sportello Bancomat. Altre due soluzioni, poi, sono l’accredito sul proprio conto di deposito a risparmio nominativo e l’assegno circolare. Quest’ultimo arriverà direttamente a domicilio.

La soluzione Previdencard

Ulteriore sistema, poi, è la Previdencard. Si tratta di una semplice carta magnetica di riconoscimento, dal funzionamento simile a quella del Bancomat. Con questa tessera si può riscuotere la pensione presso qualsiasi sportello delle Banche convenzionate, che sono presenti su tutto il territorio nazionale. Si tratta di istituti con cui l’Inps ha stipulato specifici accordi.

La Previdencard permette di guadagnare tempo, evitando anche solo di fare la fila agli sportelli. Inoltre garantisce ai titolari di conto corrente una serie di agevolazioni sia a livello assicurativo che di gestione delle spese. Con tale tessera si può inoltre accedere agli archivi dell’Inps per ottenere ogni informazione sulla propria posizione con il fisco. Ma anche richiedere il certificato di pensione e quello fiscale.


Tag: Green passINPSPensionePensioniPrevidencard