Ucraina, Cingolani: “Sganciamoci dal gas russo con le rinnovabili”

Il ministro per la Transizione ecologica sulle conseguenze della guerra in Ucraina: "Al momento nessun problema di approvvigionamento del gas"

newsby Redazione1 Marzo 2022



“Molti Paesi hanno il problema di liberarsi della dipendenza dalla Russia dall’approvvigionamento di gas e di petrolio. Dobbiamo studiare gli stoccaggi europei che ci mettono al sicuro. Molti hanno sollevato il problema dei prezzi, ora parliamo anche della drammatica situazione russo-ucraina”. Lo ha dichiarato ieri da Bruxelles Roberto Cingolani, ministro della Transizione ecologica.

Cingolani: “Nessun problema impellente di approvvigionamento”


L’Italia ha un piano molto chiaro: nel brevissimo termine, nell’ordine di settimane, non c’è nessun problema di approvvigionamento. Dal prossimo anno c’è da affrontare il problema dello stoccaggio, ma abbiamo una strategia per il breve, il medio e il lungo termine, per sganciarci dalla dipendenza del gas russo”, ha aggiunto Cingolani.

Ucraina, Conte: “Tagliare gas russo. No centrali a carbone”


Sul tema del gas russo e della guerra in Ucraina è intervenuto anche il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte“Prima del Consiglio dei ministri ho avuto modo di parlare con il presidente Draghi dell’emergenza energetica. Noi dobbiamo promuovere in Europa un grande piano di sostegno per i Paesi più colpiti da questa crisi energetica. Mentre sul piano nazionale dobbiamo varare un piano straordinario riguardo l’investimento massiccio nelle energie rinnovabili. Non dobbiamo guardare al passato, cioè alle centrali a carbone, ma al futuro per tagliare il gas russo”.

“Appoggiamo sostegno indiretto per legittimo diritto difesa”


Commentando le decisioni adottate dal Cdm, Conte ha concluso: “Dobbiamo sostenere la popolazione ucraina che sta subendo tante sofferenze. Se sono d’accordo nel dare le armi all’Ucraina? C’è la disponibilità ad appoggiare un sostegno concreto, anche se indiretto, per mettere la popolazione ucraina di esercitare il legittimo diritto alla difesa contro questa aggressione ingiustificata. Come sempre, quando ci sono questi momenti, pensate sempre ad un Movimento diviso. Anche questa volta dimostreremo che non è così”.


Tag: Giuseppe ConteRoberto CingolaniRussiaUcraina