Uffizi, i musei fiorentini riaprono dopo 77 giorni

La chiusura più lunga dalla Seconda Guerra Mondiale

newsby Emanuele De Lucia21 Gennaio 2021



La Galleria degli Uffizi è stata riaperta al pubblico dopo 77 giorni di chiusura. La riapertura dei musei fiorentini è stata possibile con l’ingresso della Toscana in zona gialla. Aperti anche Palazzo Pitti, il Giardino di Boboli e il polo museale del Bargello. “Dopo 77 giorni di chiusura, riaprono gli Uffizi” dichiara soddisfatto il direttore Eike Schmidt. “Per ora sarà possibile solo per i toscani visitarlo, data la situazione in Italia. Ma in ogni caso è veramente importante questo segnale. La crisi non è ancora finita, sia dal punto di vista pandemico che culturale ed economico. Questo è il più ricco museo italiano per quanto riguarda la varietà delle produzioni. È un segno di grande speranza, è una vera e propria rinascita“.

Schmidt: “La riapertura degli Uffizi è un segno della presenza della cultura”

Da oggi in poi, la Galleria degli Uffizi sarà aperta da martedì a venerdì dalle 8:30 alle 18:30. Eike Schmidt ha paragonato la riapertura dei musei fiorentini ai concerti che si davano alla National Gallery di Londra durante la seconda guerra mondiale. “È un segno della presenza della cultura, che è fondamentale per l’identità delle persone. Una volta guariti, tutti sperano di poter tornare nei musei e negli altri luoghi di cultura“, ha sottolineato Schmidt. “Ci aspettiamo pochi visitatori nelle prime settimane, ma speriamo che la situazione possa tornare alla normalità il prima possibile“.


Tag: goodUffizi