Turismo, Lorenzi: “Bisogna tutelare settore. Licenziamento non è soluzione”

A Roma è andato in scena un presidio indetto dalle organizzazioni sindacali a sostegno dei lavoratori del settore del turismo

Turismo, Lorenzi:
Turismo, Lorenzi: "Bisogna tutelare settore. Licenziamento non è soluzione"
newsby Teresa Ciliberto19 Gennaio 2022


A Roma è andato in scena un presidio indetto dalle organizzazioni sindacali Filcams Cgil Roma e Lazio, Fisascat Cisl Roma e Rieti e UILTuCS Roma e Lazio a sostegno dei lavoratori del settore del turismo.

Lorenzi: “Licenziamento non è soluzione”


Alla manifestazione organizzata nella Capitale ha preso parte anche Diego Lorenzi, segretario nazionale di Fisascat Cisl. “Temiamo che qualcuno approfitti della situazione e nel nome della pandemia faccia operazioni che hanno ben altro fine. Bisogna garantire che il settore riesca a sopravvivere“, le sue parole.

E ancora: “Noi ci aspettiamo che la politica capisca che l’industria turistica non è fatta di 4 aziendine, è un settore importantissimo che ha capitale artistico più elevato del mondo. Ci aspettiamo che questo settore sia garantito perché è il futuro del Paese e non si approfitti dei licenziamenti perché mettere in crisi i lavoratori è mettere in crisi il sistema e quindi il Paese“, ha concluso.

Valenti: “Serve proroga ammortizzatori sociali e licenziamenti”


Alle parole di Lorenzi hanno fatto eco quelle di Roberta Valenti, segretario regionale UILTuCS Roma e Lazio. “Ci aspettiamo la proroga degli ammortizzatori sociali e la contestuale proroga dei licenziamenti. Perché siamo qui a protestare? Tre aziende hanno deciso di scollinare la crisi liberandosi della zavorra del costo dei lavoratori. È una scelta strategica. Noi chiediamo che tutte le istituzioni scendano in campo per dire da che parte stanno“, il suo commento a margine della manifestazione.

Di Berardino: “Pronti ad aprire tavolo di confronto per aiutare settore”


Al presidio erano presenti anche esponenti della politica. A intervenire è stato Claudio Di Berardino, assessore al lavoro e nuovi diritti della Regione Lazio. “Il Covid ha colpito di nuovo e duramente uno dei settori già colpiti nelle altre ondate, ora bisogna fare in modo che ci siano tutte le attenzioni e protezioni, per questo abbiamo chiesto al governo di intervenire sugli ammortizzatori sociali e di intervenire sul tema dello sviluppo e il futuro del settore. Noi abbiamo dato piena disponibilità ad aprire tavoli di confronti e seguiremo l’andamento delle scelte che il governo metterà in campo“, ha spiegato.

Onorato: “Consiglio comunale straordinario sul turismo. Invitati i ministri”


Infine, Alessandro Onorato, assessore al turismo, grandi eventi e sport di Roma Capitale, ha spiegato come intenda chiedere un intervento diretto al governo. “Rispetto al passato non abbiamo intenzione di assistere con le mani in mano. Siamo noi di Roma Capitale a chiedere al Governo un intervento straordinario perché la situazione è straordinaria. Nei prossimi giorni faremo un consiglio comunale straordinario alla presenza dei ministri perché Roma paga il prezzo più alto di questa pandemia. Non chiediamo l’elemosina, dobbiamo evitare che il settore venga svenduto a qualche fondo estero“.


Tag: Alessandro OnoratoClaudio Di BerardinoDiego LorenziRoberta ValentiTurismo