Napoli, inchiesta sui Covid Hospital: indagata una fedelissima di De Luca

La magistratura campana vuole chiarire le modalità con le quali è stata aggiudicata una gara d’appalto da oltre 15 milioni di euro per la realizzazione di tre prefabbricati in piena emergenza Coronavirus

Napoli, inchiesta sui Covid Hospital: indagata una fedelissima di De Luca
Napoli, inchiesta sui Covid Hospital: indagata una fedelissima di De Luca
newsby Lorenzo Grossi4 Agosto 2020


Roberta Santaniello, esponente dell’ufficio gabinetto della giunta regionale campana per la Protezione Civile, è indagata per turbativa d’asta nell’ambito dell’inchiesta della procura di Napoli sulla gestione degli appalti per i tre Covid Hospital della Regione Campania. Santaniello, già dirigente del Pd di Avellino, fa anche parte dell’Unità di crisi regionale; lavora nell’Ufficio di diretta collaborazione del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, oltre che interfaccia con la direzione generale per il governo del territorio, i lavori pubblici e la protezione civile. La donna, ingegnere, è la quarta indagata dopo Ciro Verdoliva, il top manager della ASL Napoli 1, Luca Cascone, consigliere regionale molto vicino al presidente Vincenzo De Luca, e Corrado Cuccurullo, il presidente della Soresa: la centrale regionale per gli acquisti per enti sanitari, società partecipate, enti strumentali e altre PA della Regione Campania.

Gli atti della magistratura sui Codid Hospital e la difesa degli indagati

A Raffella Santaniello la procura ha sequestrato il computer e il telefonino durante una perquisizione effettuata domenica scorsa. Lo stesso era già accaduto in precedenza per gli altri indagati. L’inchiesta, scaturita da un lavoro giornalistico di Fanpage.it e condotta dai pm Mariella Di Mauro e Simone De Roxas, sotto il coordinamento del procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio, punta a mettere a fuoco glielementi di criticità in relazione alle procedure di aggiudicazione e di esecuzione delle gare indette nel periodo di emergenza”.

Sotto i riflettori della magistratura di Napoli c’è la realizzazione dei tre Covid Hospital a Ponticelli (quartiere di Napoli), completi di 72 posti letto in terapia intensiva su un totale previsto di 120, a Salerno e a Caserta, nei giorni in cui la regione era alle prese con il cosiddetto “picco” della pandemia. La gara di appalto da oltre 15 milioni di euro, alla quale parteciparono sette ditte, venne poi aggiudicata con procedura di emergenza da Soresa a un’impresa di Padova: la Manufactoring engineering & developmentas srl.

L’avvocato Raffaele Bizzarro, legale di Raffaella Santaniello, afferma: “La mia cliente è un po’ amareggiata, ma serena, tranquilla e come sempre fiduciosa nell’operato della giustizia”. Assistito dall’avvocato Gabriele De Juliis, anche Cuccurullo si dice pronto a fornire tutti i chiarimenti necessari per dimostrare di aver agito con la massima trasparenza.


Tag: NapoliRegione CampaniaRoberta SantanielloVincenzo De Luca