Napoli, i funerali del poliziotto Pasquale Apicella

Le esequie si sono svolte questa mattina in forma privata nel quartiere Secondigliano di Napoli. Pasquale Apicella era morto lo scorso 27 aprile a causa di uno scontro frontale con l'auto di due rapinatori

Pasquale Apicella
Pasquale Apicella
newsby Luca Leva8 Maggio 2020


Si sono tenuti questa mattina nel quartiere Secondigliano di Napoli, presso la Chiesa Cristiana Evangelica in via Schippa, i funerali del poliziotto Pasquale Apicella, morto lo scorso 27 aprile a causa di uno scontro frontale tra la pattuglia a bordo della quale si trovava con un collega e l’auto in fuga di due rapinatori, per il quale è rimasto ucciso. In virtù delle restrizioni per l’emergenza Coronavirus, non è stato possibile l’accesso libero nella chiesa; i funerali si sono quindi svolti in forma ristretta.

Il flash mob di dieci giorni fa presso la Questura di Napoli per omaggiare Pasquale Apicella

Il giorno dopo la scomparsa di Pasquale Apicella, c’era stato un flash mob all’esterno della Questura centrale di Napoli per ricordare il poliziotto morto. Era così che, con un minuto di silenzio, alcune pattuglie di Carabinieri e Guardia di finanza avevano voluto ricordare Pasquale Apicella, agente di polizia deceduto a causa di uno scontro frontale con l’auto di un gruppetto di rapinatori in fuga contromano a calata Capodichino.

Un omaggio silenzioso, durato pochi secondi. Carabinieri e Guardia di finanza avevano voluto rendere omaggio a Pasquale Apicella, deceduto a 36 anni; le vetture delle Fiamme Gialle e dei militari dell’Arma si erano fermate nei pressi della Questura di Napoli. I militari erano scesi dalle automobili e avevano salutato i colleghi di Apicella per poi rientrare e andare via. Nessuna sirena era stata spiegata, in segno di lutto. Da Carabinieri e finanzieri un segnale quindi di vicinanza alla Polizia di Stato, che ha perso un agente durante il servizio.


Tag: NapoliPasquale Apicella