Malagrotta, i residenti: “Aria irrespirabile. I bambini hanno visto il sole oscurarsi”

Le testimonianze degli abitanti della zona dopo l'incendio nella discarica che sta proseguendo da giorni

newsby Redazione16 Giugno 2022



Sono ancora in corso le operazioni per spegnere l’incendio che ha coinvolto il TMB di Malagrotta. Una colonna di fumo nero è visibile a distanza di chilometri. All’esterno del più grande sito per lo smaltimento dei rifiuti di Roma si sono radunati alcuni residenti. “Ieri siamo stati costretti a rinchiuderci dentro casa. La nostra più grande preoccupazione è stata per i nostri bambini che hanno visto il cielo oscurarsi e non avevamo nessuna giustificazione da dare per le nostre scelte scellerate del passato. In futuro gli impianti dovranno essere fatti lontani dai centri abitati”. Queste le parole di un residente. “La discarica è chiusa dal 2013, ma il TMB ha sempre lavorato a pieno regime ed i residenti hanno continuato a respirare questa aria putrida. Mi auguro che questo disastro ambientale ponga un fine a questa situazione. Basta, noi abbiamo già dato, abbiamo respirato questa aria per 50 anni. Così uno dei presidenti dei comitati di quartiere di zona.


Incendio Malagrotta, apicoltore di zona: “Costretto a buttare tutto, rischio la chiusura”


“Ieri mi hanno chiamato avvisandomi che c’era una sorta di fungo atomico, è una cosa spaventosa. Sono un allevatore biologico specializzato nell’allevamento delle api. Se tutta questa immensa nube che è passata sopra di noi ci ha lasciato la diossina, io devo buttare tutto in piena stagione produttiva. Devo buttare miele, favi, devo ricostituire tutto l’allevamento e ai miei clienti cosa dico? Mi trema la voce perché quello che mi aspetta è molto pesante, forse anche la chiusura dell’azienda. Io lavoro qui dal 1960, ho iniziato con mio padre naturalmente prima della discarica. Ci volete mandare via? Ci state riuscendo bene”. Queste le parole di un apicoltore dopo il vasto incendio che ha coinvolto il TMB di Malagrotta a Roma.

Rogo Malagrotta, il sopralluogo del sindaco Gualtieri


Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, si è recato per un sopralluogo a Malagrotta, l’ex discarica romana, dove ieri pomeriggio era divampato l’incendio che ha coinvolto un Tmb e un gassificatore. Il sindaco, che parlerà alle 14.30 al Campidoglio e in serata in Prefettura, si è fatto illustrare la situazione dai Vigili del Fuoco che lo hanno accompagnato durante la visita.


“Stiamo lavorando senza sosta per individuare alcuni sbocchi alternativi, oggi alle 17 ci sarà una riunione per riuscire ad affrontare questa emergenza. Esercito sul posto? Sono considerazioni premature, il danno per la salute dei cittadini è scongiurato” ha poi spiegato Gualtieri da Corviale.


Al termine del sopralluogo effettuato nelle scorse ore, il primo cittadino non si è fermato a parlare con i cronisti presenti all’esterno dell’impianto. “Gli avrei chiesto perché non ha pensato alla salute dei cittadini. Ieri il primo comunicato lo ha fatto in merito allo stoccaggio dei rifiuti che è un argomento importantissimo ma che viene dopo la salute dei cittadini che sono stati investiti da questo disastro. Stiamo vivendo nell’incertezza, c’è un piano d’emergenza?” questi i commenti di un residente in presidio di fronte all’impianto.

Lupo (Arpa): “Domani primi risultati, forse sostanze pericolose”


Le analisi con i primi dati saranno disponibili da domani. In casi di questo tipo potrebbero sprigionare sostanze pericolose come le diossine e gli ipa. Abbiamo già installato dei campionatori uno in direzione di Fiumicino e l’altro all’interno del sito. Le misure che sono state adottate sono misure precauzionali, come il divieto di utilizzo di prodotti agricoli raccolti in un’area di 6km, ma non bisogna creare allarmismo“. Lo ha dichiarato Marco Lupo direttore generale di Arpa Lazio all’esterno dell’impianto di Malagrotta.

Incendio Malagrotta, Lombardi: “Duro colpo, serve aiuto del Governo”


L’incendio di Malagrotta è un duro colpo, è il terzo impianto che va a fuoco in tre anni. C’è un problema enorme per Roma relativo al ciclo dei rifiuti. Serve una strategia di Governo, Regione e Comune, perchè il problema è più esteso della sola Capitale”. Così Roberta Lombardi, assessora alla transizione ecologica, presente al Web Marketing Festival di Rimini. “Il termovalorizzatore? Una proposta di Gualtieri vecchia e in controtendenza a quanto impone l’Europa“, ha concluso l’assessora.


Tag: Malagrotta