Ucraina, il panettiere milanese che sforna il ‘Pane della Pace’ per i profughi

A Parabiago (Milano) la storia di Matteo Cunsolo, che con il suo staff ogni giorno sforna pane per aiutare i profughi della guerra in Ucraina

newsby Luca Perillo11 Marzo 2022



Matteo Cunsolo, un panettiere di Parabiago, cittadina in provincia di Milano, insieme al suo staff tutte le mattine sforna il ‘Pane della Pace’ per aiutare i profughi della guerra in Ucraina. “Noi facciamo i panificatori quindi questa ci è sembrato il modo giusto per dare una mano”, racconta Antonia Orrù de La Panetteria. “L’idea è quella di dare tutto il ricavato in beneficienza al Lions Club Giuseppe Maggiolini che dal 27 febbraio ha iniziato una raccolta fondi da inviare in Ucraina. Il successo dell’iniziativa è grande”.

Il successo dell’iniziativa per l’Ucraina: “Sforniamo pane ogni giorno e lo vendiamo tutto”

“Tanto che ormai – aggiunge – sforniamo il ‘Pane della Pace’ tutti i giorni e puntualmente lo vendiamo tutto”. Tanti anche gli ucraini che hanno notato e lodato l’iniziativa: “Mi sono commossa quando una donna è venuta qui in panetteria e ci ha raccontato di avere i genitori in Ucraina e di non poterli raggiungere. Dopo qualche ora è tornata con cinque scatoloni di generi alimentari per i bambini profughi”.

LEGGI ANCHE: A Varese la prima scuola d’Italia con bimbi profughi in classe

Matteo Cunsolo, oltre ad essere un maestro panificatore, è anche presidente dell’Associazione Panificatori di Milano e Provincia; nonché segretario di Richemont Club Italia, un’organizzazione attiva nei settori della panificazione e della pasticceria.


Tag: Antonia OrrùMatteo Cunsolo