Firenze, Sbarra: “Prorogare il blocco dei licenziamenti a fine ottobre”

Il segretario nazionale: "Abbiamo perso un milione di posti di lavoro in quindici mesi"

newsby Emanuele De Lucia26 Giugno 2021



Anche a Firenze i sindacati hanno organizzato una manifestazione per chiedere la proroga del blocco dei licenziamenti. A piazza Santa Croce sono arrivati gli iscritti ai principali sindacati per porre l’attenzione sulla disoccupazione, il precariato e la sicurezza sul lavoro. “Chiediamo di spostare il blocco dei licenziamenti a fine ottobre. Rimangono irrisolti i motivi che hanno dato vita a questa misura. Tanta occupazione precaria, sfruttamento, politiche lavorative al palo: manca un grande piano nazionale per la formazione e la crescita delle competenze“. Lo ha dichiarato Luigi Sbarra, il segretario nazionale della Cisl.

Sbarra: “Dobbiamo scongiurare nuovi licenziamenti”

Noi dobbiamo accompagnare l’uscita dal blocco dei licenziamenti affrontando le riforme del lavoro e aiutando il Paese ad avviarsi sul terreno della crescita economica e della ripresa produttiva“, ha aggiunto Sbarra. “Dobbiamo scongiurare nuovi licenziamenti che andrebbero ad aggiungersi al milione di posti di lavoro che abbiamo perso negli ultimi 15 mesi. La priorità del Paese è rilanciare il lavoro e sbloccare i finanziamenti, non i licenziamenti. Chiediamo al Governo una fase di confronto sui contenuti del piano nazionale di ripresa e resilienza e di coinvolgere in modo strutturale tutte le parti sociali. Vogliamo accompagnare la fase di attuazione del piano, verificare il rispetto dei tempi, la qualità della spesa e i principi di trasparenza e legalità“.


Tag: CislLuigi Sbarraproteste