Eros Nanni, cantautore italiano torna a suonare a Madrid: “Paranormale”

Eros Nanni è uno dei tanti artisti fermi da mesi per Covid, ora l'invito a suonare in Spagna: "Ecco com'è esibirsi di nuovo dal vivo, ma non in Italia"

newsby Lorenzo Sassi21 Maggio 2021



Sono a Madrid, perché ho avuto l’occasione di trovare un locale che mi permettesse di esibirmi. È un’esperienza che sto vivendo come un sogno“. Così Eros Nanni, cantautore italiano. Tornato, dopo mesi di chiusure determinati dal Covid, a suonare e cantare dal vivo. Ma all’estero.

Tornare a suonare, ma non in Italia: il racconto di Eros Nanni

Eros Nanni ha quindi raccontato della sua trasferta madrilena. Aggiungendo di sentirsi perfettamente consapevole della situazione Covid che lo ha costretto a un lungo stop in patria: “Non mi esibivo da tantissimo tempo, perché sappiamo che la situazione in Italia ancora non è stabile. Mi sto godendo questo ritorno alla vita e, soprattutto alla musica“.

Introdotto nel locale prima della sua esibizione, Eros Nanni è stato accolto anche da una piccola ovazione dal pubblico presente. Un momento magico, dopo mesi di restrizioni dovute al Covid. “È stato quasi paranormale, l’ho definito così – ha spiegato –. Perché comunque mi mancava molto la sensazione, mi mancava il contatto con la gente. Poi devo dire che qui a Madrid c’è stata un’accoglienza speciale. Non so perché, forse si vive semplicemente con una mentalità diversa. Si respira proprio fame e amore per la musica“.

“La Spagna ha amato le mie canzoni, la speranza è suonare in Italia”

C’è un aspetto, però, che più degli altri ha scaldato il cuore di Eros Nanni. “Ho avuto soprattutto l’opportunità di cantare le mie canzoni – ha sottolineato –. E forse quella è stata l’emozione più grande e la cosa più bella. Tra l’altro hanno riscosso un grande successo. La gente spagnola le ha subito amate. Perciò sono veramente ancora molto contento e, forse, anche un po’ sotto shock“.

La grande soddisfazione, però, è inevitabilmente ammantata dall’amarezza per l’emergenza Covid. “Io mi auguro ciò che ci auguriamo tutti noi musicisti. Ossia di poter tornare presto a esibirci anche in Italia. Rimane la nostra terra“, ha concluso Eros Nanni, cantautore italiano in trasferta a Madrid.


Tag: Eros Nannilavoratori spettacoloMadrid