Autore: Monica Coluccia

Romana d’adozione, sommelier dal 2004, ha collaborato per circa dieci anni alla realizzazione degli eventi del vino nella Capitale e alla redazione di riviste e guide di settore di diffusione nazionale (Duemilavini, Bibenda, AIS-Vitae, L’Espresso). Dal 2014 presta l’esperienza acquisita alla comunicazione del vino in contesti professionali con seminari di degustazione in tutta Italia, potendo offrire una profonda conoscenza sui territori vitivinicoli italiani e francesi in generale. Lo Champagne ha fatto breccia nel suo percorso professionale lavorando per la guida Le Migliori 99 Maison di Champagne. Scrive per gli appassionati del vino su vinotype.it e intralcio.it

Semmai un giorno doveste scoprire l’Irpinia, i suoi profumi, i suoi panorami, i suoi colori, da questa terra, schiva, nascosta e a volte ostile, resterete talmente affascinati da non riuscire a sfuggirle mai più. Così come una volta assaggiati, ritornerete piacevolmente e spesso sulla scelta dei vini prodotti dalle Cantine I Favati con sede a Cesinali, un piccolo borgo di poco più di duemilacinquecento abitanti a pochi chilometri da Avellino, nel cuore verde irpino. Una donna straordinaria al servizio dell’Irpinia La padrona di casa è Rosanna Petrozziello, donna tenace, poliedrica e multicolor: sommelier, vignaiola, cantiniera, mamma e moglie, cuoca e…

Read More

Il patrimonio di vitigni autoctoni italiani è talmente vasto che spesso è sconosciuto non solo all’appassionato di vino ma anche agli addetti del settore. Appartiene alla categoria “vitigni che potreste non aver mai sentito nominare” anche il Ribona, vitigno bianco coltivato nelle Marche in provincia di Macerata, noto anche come Maceratino, nomenclatura quest’ultima che si sta lentamente abbandonando a favore di Ribona, anche per evitare qualsiasi allusione o confusione con i vini macerati. Una produzione di nicchia Il Direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, Alberto Mazzoni, ha recentemente ribadito che “il mondo marchigiano del vino non è solo Verdicchio o…

Read More

Uno dei progetti vitivinicoli da seguire nella ripartenza è senza dubbio quello che sta portando avanti la Gesco, un consorzio di imprese sociali che opera in Campania e nel sud Italia, occupandosi di attività di recupero e di inserimento nel mondo lavorativo di persone, spesso giovani, appartenenti alle categorie a rischio. Nel 2018 si è deciso di investire nel comune di Castel Campagnano, prendendo le redini dell’azienda agricola Selvanova, attiva nel mondo vitivinicolo casertano già dal 1997 per merito di Antonio Buono, imprenditore napoletano appassionato di viticoltura sostenibile. Ci si è ritrovati tra le mani un’azienda certificata biologica in modo…

Read More

Durante la giornata del 1° maggio – ma speriamo anche la domenica dopo e tutti i week end a seguire – la convivialità “distanziata” si condividerà un po’ ovunque: in campagna, su un’ampia terrazza metropolitana, in un giardino di una casa di montagna o anche al mare, addirittura in barca. Con la libertà di mangiare e bere ciò che più aggrada, c’è qualche consiglio per l’uso che potrebbe alleggerire ancor di più la giornata. Consigliati i vini con chiusura con tappo a vite Gli appassionati di vino sfegatati non dimenticano mai il cavatappi nel cassetto della credenza ma il suggerimento…

Read More

L’universo del vino Chianti Classico è reso vitale da un dinamico mosaico di territori -o forse sarebbe meglio dire terroir- su cui insistono aziende in continuo divenire, generazionale e produttivo. Per tale motivo visitare i comuni del Chianti Classico non stanca mai. Il divertimento e la scoperta sono assicurati praticamente sempre. Asserzione confermata da una visita a La Sala del Torriano di San Casciano in Val di Pesa, quello più a nord tra i comuni dell’intero areale della famosa Docg e a mezz’ora di macchina dal centro di Firenze puntando verso sud, attraversando Impruneta. L’acquisto di Francesco Rossi Ferrini Francesco…

Read More

Una volta a Napoli, uno dei panorami che più stringono cuore e gola è quello che si può ammirare se si sale sino all’Eremo dei Camaldoli, sul punto più alto delle colline partenopee. I pellegrini per secoli ci sono arrivati a piedi, fermandosi a tappe solo per la notte. Ai piedi del casale utilizzato per l’ultimo bivacco prima della meta -oggi diroccato ma con ancora visibili forno, pozzo e camino- trovano posto degli ordinati terrazzamenti vista mare, luminosi e ariosi, interamente vitati, digradanti verso la città. Sono i terrazzamenti della Vigna Jossa. L’azienda Cantine Astroni Siamo nell’area di produzione vitivinicola…

Read More

L’Umbria del vino sta vivendo un periodo di intenso fermento, sia come ridefinizione delle forze in gioco nelle denominazioni storiche regionali (Montefalco e Orvieto) sia come affermazione di nuovi progetti, spesso piccoli e disseminati sul territorio, molto spesso radicalizzati sulla produzione di vini cosiddetti naturali e certamente su vini realizzati con un tangibile rispetto per la sostenibilità ambientale. E questo è il caso di Torre Bisenzio. Contribuiscono attivamente a questo racconto di attualità umbra anche Neena e Mike Rees che, dopo aver viaggiato in lungo in largo per il mondo, hanno deciso di investire in Umbria nel 2003, e precisamente…

Read More

L’Alto Adige del vino è un’entità articolata e molto complessa che riesce a esprimere un livello qualitativo decisamente alto: siano i vini prodotti da piccoli vignaioli, siano i vini prodotti da aziende di media grandezza o siano essi prodotti dalle cantine sociali. La viticoltura altoatesina appassiona non solo – e indubbiamente – dal punto di vista paesaggistico, innestata com’è in un contesto naturalistico di bellezza indiscussa, ma anche per la varietà di vitigni a bacca bianca e rossa, circa una ventina, che ne caratterizzano le diverse zone, alcuni di questi fortemente identitari e raramente coltivati altrove in Italia. Alto Adige,…

Read More

Simona De Vecchis ha sentito l’urgenza di riappropriarsi della sua storia, tante e tante volte raccontata anche e soprattutto da lei, e ne è venuto fuori “Amai – Storia di vigne, gatti e canotti” (Mamma Editori, Firenze, Ottobre 2019). “Una raccolta di momenti preziosi, il ricordo di uomini e di donne, di un territorio di bellezza commovente, di un viaggio dentro se stessi”, afferma Giuliano Salesi, compagno di vita e di vigna di Simona, a Podere Orto Trivium. Podere Orto Podere Orto è una vita vissuta all’incrocio di tre strade nella frazione di Trevinano di Acquapendente, nel viterbese accerchiato tra…

Read More

C’è chi, una volta a Milano, non ha dato precedenza a una visita al Duomo bensì a una sosta golosa per mangiare una cotoletta alla milanese fatta a regola d’arte. “In tutti i ristoranti d’Italia”, scriveva Luigi Veronelli “si serve la costoletta alla milanese, ma ben pochi sanno prepararla veramente bene” (L. Veronelli, a cura di, Il Carnacina, 6a ed. Garzanti, 1971, pag. 393). Oggi è ancora così ma, indipendentemente da come la si chiami – cotoletta o costoletta – come e dove la si prepari, al ristorante o a casa, seguendo una ricetta attendibile, c’è da valorizzarne la corretta…

Read More