Virgin Galactic, venduti 100 biglietti a 450mila $ per volare nello spazio

La società ha effettuato il primo volo nello spazio a luglio: a bordo c'era il fondatore, nonché il primo turista spaziale della storia, Richard Branson

Virgin Galactic, venduti altri 100 biglietti per volare nello spazio
Foto Wikimedia Commons
newsby Linda Pedraglio9 Novembre 2021


La società di turismo spaziale Virgin Galactic ha venduto altri 100 biglietti da 450mila euro per volare nello spazio. Questo significa significa che la compagnia ha circa 700 possessori di biglietti per viaggi turistici nello spazio, circa 300 in meno dei 1000 biglietti che spera di vendere prima di iniziare i voli. A fare da apripista la scorsa estate è stato il fondatore Richard Branson, a bordo della sua SpaceShipTwo Unity, navicella di Virgin Galactic, diventando  il primo turista spaziale della storia. Nonostante i biglietti ancora invenduti, le vendite del trimestre pare abbiano superato le aspettative. “Stiamo vendendo i biglietti più rapidamente del previsto“, ha dichiarato Michael Colglazier, CEO di Virgin Galactic, durante una presentazione sui guadagni del terzo trimestre della società.

Virgin Galactic, venduti altri 100 biglietti

Virgin Galactic ha riaperto la vendita dei biglietti appena un mese dopo il suo primo viaggio nello spazio con a bordo il miliardario Richard Branson. Decollato da Spaceport America nel New Mexico, con due piloti collaudatori e altri tre passeggeri, Branson ha fatto un volo durato in tutto un’ora. Per circa un quarto d’ora ha potuto ammirare la terra da 90 chilometri di distanza. Il volo è stato uno spettacolo straordinario, programmato frettolosamente nove giorni prima che il rivale Blue Origin portasse il suo fondatore, Jeff Bezos, ai confini dello spazi. Inizialmente applaudito come un enorme successo, successivamente è giunta notizia che la navicella aveva deviato dalla traiettoria prevista nel viaggio di ritorno. La Federal Aviation Administration ha temporaneamente sospeso la Virgin Galactic, mentre l’agenzia indagava sull’incidente. Ma alla fine ha autorizzato la compagnia a riprendere il volo a metà settembre.

Quanto costa volare nello spazio

Prima che l’incidente venisse alla luce, Virgin Galactic ha deciso di riaprire la vendita dei biglietti, in seguito a un “aumento dell’interesse dei consumatori dopo” il volo di Branson. La società ha scelto di mettere in vendita i biglietti a 450.000 dollari, significativamente più alti rispetto ai 250.000 dollari venduti qualche anno fa. Per assicurarsi un biglietto, i clienti hanno dovuto versare un deposito di 150.000 dollari, di cui 25.000 non rimborsabili, secondo Colglazier. I prossimi voli non avverranno tuttavia prima della fine del 2022, quindi a più di un anno di distanza dal volo di Branson. Questo significa che i clienti di Virgin Galactic dovranno pazientare ancora un po’ prima di vedere lo spazio.


Tag: Blue OriginJeff BezosRichard BransonSpazioVirgin Galactic