Twitter testa una nuova funzione per evitare i litigi

La novità, in arrivo su iOS e Android, consiste in avvisi che appaiono a schermo quando l’utente si prepara a unirsi a una discussione potenzialmente accesa

La crisi di governo vista dagli utenti di Twitter
(Pixabay)
newsby Alessandro Bolzani7 Ottobre 2021


Litigare su Twitter è spesso e volentieri una perdita di tempo. I casi in cui gli utenti coinvolti cambiano idea o arrivano a una conclusione pacifica si possono contare sulle dita di una mano. Per vivere al meglio sul social ed evitare di rodersi il fegato, conviene evitare il più possibile di iniziare delle discussioni accese o buttarsi a capofitto nel litigio di qualcun altro. Tuttavia non è sempre facile capire cosa scatenerà l’indignazione o il disappunto delle altre persone. Per aiutare gli utenti a evitare queste situazioni, Twitter sta testando una nuova funzione su iOS e Android.

Si tratta di avvisi che mettono in guardia chi sta per scrivere un tweet nei confronti della natura “turbolenta” della discussione. Con questi messaggi, inoltre, la piattaforma invita gli utenti che desiderano lo stesso tuffarsi nel potenziale litigio a essere empatici, basarsi sui fatti e dare spazio a dei punti di vista diversi.

La lotta di Twitter contro i contenuti spiacevoli

Questi avvisi si vanno ad aggiungere alla serie di sforzi messi in atto da Twitter per rendere la sua piattaforma un ambiente più sereno e libero dalle fake news. Ce ne sono già alcuni che mettono in guardia gli utenti nei confronti di un contenuto potenzialmente offensivo che stanno per postare e che li invitano a leggere un articolo prima di condividerlo alla cieca. Da un lato è positivo che Twitter stia provando ad arginare certi comportamenti, ma dall’altro la necessità di tutti questi avvisi getta un’ombra sinistra sull’utilizzo che molte persone fanno dei social media.

La funzione Tips

Pochi giorni fa, Twitter ha lanciato anche un’altra funzione, al momento disponibile solo per iOS. Si tratta di Tips ed è un’opzione che consente agli utenti di inviare gratuitamente “mance” per sostenere i propri profili preferiti. Tra le piattaforme supportate per le donazioni ci sono: Venmo, Cash App, Bandcamp e GoFundMe. Negli Stati Uniti (a eccezione di New York) è possibile pagare anche in Bitcoin.


Tag: Twitter