Tinder, due nuove funzioni
contro le molestie in app

"Questo messaggi ti infastidisce" e "Vuoi ripensarci" sono le nuove opzioni lanciate da Tinder per combattere le molestie in app

Tinder
Foto Pexels by cottonbro
newsby Redazione24 Ottobre 2021


Tinder, nota app d’incontri nata nel 2012, ha introdotto due nuove funzioni per prevenire le molestie sull’app. Si tratta di “Questo messaggio ti infastidisce” e “Vuoi ripensarci?“. Queste due nuove funzionalità si aggiungono così a quelle già presenti nelle lista di opzioni che mirano a fornire più sicurezza agli iscritti.

Tinder, come funzionano le nuove opzioni per la sicurezza in app

Per quanto riguarda le due funzioni più nel dettaglio, “Questo messaggi ti infastidisce” fornisce supporto agli utenti di Tinder nel momento in cui viene rilevato un linguaggio molesto in un messaggio ricevuto. Grazie ad un’intelligenza artificiale sarà infatti possibile individuare, anche grazie ai feedback degli utenti, quali sono i messaggi in app considerati molesti. Nel momento in cui un utente di Tinder risponde “” a questa domanda, gli sarà data la possibilità di segnalare il comportamento molesto della persona che lo ha contattato.

Secondo quanto emerso da Tinder, i primi test hanno mostrato un aumento quasi del 50% del numero di segnalazioni per messaggi inappropriati. Gli iscritti, grazie a questa nuova funzionalità introdotta in app, si sentono così più legittimati e supportati nel segnalare i comportamenti scorretti da parte di altri utenti.

Per quanto riguarda la seconda funzionalità introdotta da Tinder, “Vuoi ripensarci?“, funziona allo stesso modo. L’unica differenza è che questa opzione riguarda chi sta per inviare il messaggio. Anche in questo caso sarà un’intelligenza artificiale ad intervenire, in modo proattivo, per avvertire colui che sta scrivendo che le sue parole potrebbero risultare offensive. Un modo per chiedere all’utente dell’app di pensarci due volte prima di inviare il suo messaggio. Grazie a questa opzione su Tinder il linguaggio inappropriato sarebbe stato ridotto di oltre il 10%.

Le parole sono potenti quanto le azioni“. Così Tracey Breeden, Head of Safety and Social Advocacy per Tinder e Match Group. “Oggi vogliamo ribadire ulteriormente che nessun tipo di molestia avrà mai spazio su Tinder“.

 


Tag: molestieTinder