Italia, le Olimpiadi dei record:
quante storie, da Ganna a Jacobs

Dal recordo del mondo nel ciclismo su pista maschile a quello di Marcell Jacobs, l'Italia ha superato il numero di medaglie complessive ottenute sia a Londra 2012 che a Rio 2016

Estate 2021: ora l’Italia è una superpotenza sportiva
Foto Unsplash by Ethan Wilkinson
newsby Redazione4 Agosto 2021


Il 2021, per l’Italia dello sport, sarà un anno da ricordare. Dopo la vittoria agli Europei, l’Italia ha già centrato alle Olimpiadi di Tokyo 2020 un obiettivo importante. Infatti, con le 30 medaglie totali, fino ad ora, conquistate ai Giochi Olimpici, la spedizione italiana ha conquistato più podi che a Rio e a Londra. Un risultato importante a Tokyo 2020, con l’Italia che, per il momento, conta 6 medaglie d’oro, 9 d’argento e 15 di bronzo. Le soddisfazioni, però, non sono arrivate solo in termini di medaglie per la delegazione italiana alle olimpiadi. Infatti, sono diversi gli atleti italiani che hanno conquistato record importanti o obiettivi, anche personali, di tutto rispetto.

Il record del mondo del quartetto maschile di ciclismo su pista

L’ultimo record, in ordine cronologico, è arrivato proprio oggi. Il quartetto di ciclismo su pista maschile, composto da Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Jonathan Milan, ha vinto oggi la medaglia d’oro nella finale d’inseguimento a squadre maschili. Ma non solo. Perchè oltre ad essere la sesta medaglia d’oro a Tokyo 2020, la squadra ha realizzato il recordo del mondo, con il tempo di 3’42’032. Un ottimo risultato dove i quattro atleti azzurri hanno addirittura migliorato il record già stabilito ieri, martedì 3 agosto, di 3’42”307, durante la semifinale contro la Nuova Zelanda.

Marcell Jacobs, l’uomo più veloce d’Europa

Ancor prima dell’oro olimpico e del record conquistato dal quartetto di ciclismo, abbiamo visto trionfare in pista, nei 100 metri, Marcell Jacobs. Il velocista ha infatti conquistato il gradino più alto del podio con il tempo di 9”80. Così, non solo ha conquistato il titolo di uomo più veloce d’Italia e d’Europa, stabilendo un nuovo record, ma ha anche migliorato il tempo, ‘9”81, realizzato da Usain Bolt a Rio 2016.

Tra l’altro, con la sua vittoria Marcell Jacobs ha segnato un altro importante traguardo raggiunto per l’Italia. Nei 100 metri, dal 1896 ad oggi, la medagli d’oro è stata vinta solo da otto Nazioni. L’Italia, con il trionfo dell’atleta di Desenzano del Garda, è diventata così la nona Nazione a conquistare il metallo più pregiato ai Giochi Olimpici.

Nel medagliere italiano spazio anche per la prima medaglia di Vanessa Ferrari

Vanessa Ferrari, originaria di Orzinuovi, non ha stabilito un record, ma sicuramente ha ottenuto una grande soddisfazione personale e non solo. La ginnasta, infatti, a trent’anni ha conquistato la medagli d’argento nella finale individuale del corpo libero a Tokyo 2020. Un risultato storico per la ginnastica e per Vanessa Ferrari, prima ginnasta della nazionale azzurra a gareggiare in ben quattro Olimpiadi: Pechino 2008, Londra 2012, Rio 2016 e adesso Tokyo 2020.

 

 


Tag: olimpiadi di TokyoTokyo 2020