Olimpiadi, Constantini: “Incredibile, un sogno che si realizza”

Grande gioia per l’Italia visto che si tratta della prima medaglia olimpica in assoluto nel curling

newsby Redazione9 Febbraio 2022



Stefania Constantini e Amos Mosaner hanno scritto una pagina indelebile nella storia dello sport azzurro. Alle Olimpiadi invernali in corso a Pechino, infatti, i due hanno conquistato la prima storica medaglia dell’Italia nel curling. E non una medaglia qualunque, ma quella più prestigiosa, quella d’oro, tra l’altro da imbattuti dopo aver vinto 11 partite su 11.
Un risultato talmente incredibile che per l’atleta di Pieve di Cadore è ancora difficile comprendere cosa sia davvero successo ieri. “Ho avuto tempo di realizzare cos’è successo ieri ed è incredibile, un sogno che si realizza. Grazie a tutti per il supporto, è stato incredibile“, ha raccontato sui social Constantini.

Constantini-Mosaner: “Punteremo a Milano-Cortina”


Dopo una notte quasi insonne stringendo la storica medaglia d’oro appena conquistata, Stefania Constantini e Amos Mosaner stanno continuando a vivere il proprio momento magico. Tra i continui complimenti ricevuti e la notorietà improvvisa, i due non dimenticano i piani per Milano-Cortina 2026: “Le Olimpiadi in casa capitano una sola volta nella vita. È difficile pensare ora a quattro anni in avanti, ma sicuramente non vedo l’ora di rappresentare l’Italia in Italia”, ha spiegato Stefania.
“Io di sicuro lavorerò per essere a Milano-Cortina 2026“, ha aggiunto da parte sua Amos.

Gios (Fisg): “Un miracolo con soli 3 impianti attivi in Italia”


Dello strepitoso traguardo raggiunto da Stefania Constantini e Amos Mosaner ha parlato anche il presidente della Federazione italiana sport del ghiaccio, Andrea Gios. “Nessuno si aspettava un exploit di questo genere, contavamo di entrare in semifinale e conquistare una medaglia. Ma di vincere 11 partite su 11 e conquistare l’oro non ce lo aspettavamo proprio“, ha spiegato.

E ancora: “Abbiamo circa 350 tesserati in Italia, il Canada ne ha un milione. Abbiamo in tutto 5 impianti in Italia, di cui tre attivi per fare attività agonistica ad alto livello. Queste sono le dimensioni del miracolo. Abbiamo dei ragazzi con un talento incredibile. Hanno raggiunto un sogno, sono ragazzi straordinari perché normalissimi. Sono dotati di intelligenza tattica unica e sono molto preparati fisicamente. Mosaner fa parte dell’Areonautica Militare dal 2017, la Constantini è entrata nelle Fiamme Oro prima di partire per le Olimpiadi. Il fatto che siano diventati professionisti è stata una svolta importante. Stefania ha lavorato come commessa in passato, negli ultimi mesi si è dedicata a preparare le Olimpiadi, è stata davvero ammirevole. Il problema è che abbiamo pochissimi impianti e non ne abbiamo nelle grandi città“, ha concluso.


Tag: Amos MosanerOlimpiadi invernaliPechino 2022Stefania Constantini