Basket, rivoluzione Gandini: “Lega tutta nuova, ora si apra al pubblico”

Il neo-presidente della LBA, proveniente dal mondo del calcio, presenta trofeo, sponsor e advisor.

newsby Andrea Eusebio24 Settembre 2020



Umberto Gandini “taglia il nastro” della nuova Serie A maschile di basket italiana e, con essa, anche la partenza ufficiale della sua avventura a capo della Lega più importante della pallacanestro nostrana, dopo una vita spesa nella diplomazia calcistica. Lo fa in una conferenza stampa organizzata ad hoc a margine dell’Assemblea da lui presieduta che ha indicato in Gianni Petrucci, anch’egli presente, il proprio candidato alle prossime elezioni per il presidente della Federbasket, di cui Petrucci è già numero uno.
Insomma, una mattinata intensa quella vissuta al Westin Palace di Milano, in cui l’atmosfera è davvero sembrata quella da inizio di una nuova era per la palla a spicchi.

Umberto Gandini alla Lega Basket Serie A: la Supercoppa un primo grande assaggio

L’avvento di Gandini alla guida della LBA ha già in realtà fatto sentire i suoi effetti nella nuova formula della Supercoppa Italiana giocata da fine agosto in poi: un format a mò di play-off che ha premiato l’Olimpia Milano ma che, come ricordato dallo stesso neo-presidente, “dal 27 agosto ha permesso al basket di essere ogni giorno sui giornali e sulla bocca di tutti”.
Non una frase “buttata lì” dall’ex dirigente di Milan e Roma, in un’Italia calciofila che per gli altri sport vive di fiammate: “Il basket è nel DNA di questo Paese, dobbiamo valorizzarlo il più possibile” le parole di Gandini.
E’ per questo che le prime iniziative del numero 1 della Lega si fondano principalmente su un marketing a dir poco di impatto: nuovo trofeo Scudetto moderno, nuovo title sponsor per i prossimi tre anni e nuovo advisor per la distribuzione dei contenuti multimediali.

LBA: lo Scudetto realizzato dalla stessa officina della Coppa del Mondo di calcio

E’ la GDE Bertoni, la nota officina artistica che realizza, fra le altre, il trofeo della Champions League e quello del Mondiale di calcio, ad aver creato la nuova, bellissima, coppa dello Scudetto.
24 carati che impreziosiscono un disegno moderno, con la palla a recitare un ruolo da protagonista, poggiata su un sostegno avverinistico che sovrasta, a sua volta, il grande cilindro delle 98 targhe su cui sono incisi i vincitori dei campionati scorsi.
Non solo la coppa, dicevamo. Unipol Sai si è legata alla LBA per i prossimi tre anni come title sponsor, mentre è Infront l’advisor che si occuperà della vendita e della distribuzione dei contenuti della lega, una sfida anche per la società svizzera dopo una leadership esercitata principalmente nel calcio, come detto in conferenza stampa.

 

LBA, Gandini: “Criticità? Manca solo il pubblico”

Il periodo del lockdown è stato difficile per il nostro mondo, quello che adesso manca è il pubblico”. Non ci gira intorno il presidente Gandini, sono i tifosi che riempiono i palazzetti a configurare il grande vuoto non soltanto del basket, ma dell’intero sport italiano. “L’interlocuzione col governo è costante. E’ un bene che il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, si sia mosso con un protocollo da sottoporre all’Esecutivo che possa prevedere il 25% dei posti a sedere aperti al pubblico. Auspichiamo possa diventare presto norma”.

Presto, appunto. Il 26 settembre, fra due giorni, è già tempo di campionato e Gandini ha fretta di mostrare ai tifosi la sua nuova creatura e lavorare ad ottenerne sempre di più.
Il dado, d’altronde, è tratto e un campionato ben visibile e seguito potrebbe portare a una Nazionale ancor più competitiva.
Lo spera Umberto Gandini, il nuovo presidente “rubato” al calcio. Lo sperano tutti, per parlare un po’ meno proprio di calcio.


Tag: Umberto Gandini