Jannik Sinner nella storia: il dato non lascia dubbi, meglio di Djokovic

Con il successo di quest’oggi ottenuto contro Lorenzo Musetti, Jannik Sinner ha raggiunto un importante traguardo.

Questa settimana è stata sicuramente contraddistinta dagli impegni europei delle sei squadre italiane in corsa nelle varie competizioni del vecchio continente, vedi soprattutto il derby di Champions League tra il Milan ed il Napoli, ma anche un altro sport è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante. Nel tennis, infatti, bisogna registrare gli incredibili risultati di Lorenzo Musetti ed Jannik Sinner al Master 1000 di Monte-Carlo.

Il primo infatti è riuscito a battere in tre set il numero uno Nole Djokovic, mentre l’altoatesino è riuscito a centrare un’altra semifinale. Sinner, infatti, ha vinto nettamente il derby di quest’oggi proprio contro Musetti. 

Il finalista di Miami ha infatti battuto il suo connazionale per 2 set a 0 (2-6, 2-6), conquistandosi così la semifinale di domani contro il danese Holger Rune. Tuttavia, grazie proprio a questo successo rimediato contro Lorenzo Musetti, l’altoatesino è riuscito a raggiungere il traguardo storico. 

Tennis, Sinner è il più giovane giocatore nell’era Open a raggiungere in una sola stagione le semifinali a Indian Wells, Miami e Monte-Carlo

Angelo Mangiante, giornalista di ‘Sky Sport’ ha infatti riportato sul suo profilo ufficiale di ‘Twitter’ questo record raggiunto dal tennista italiano: “Jannik Sinner batte Musetti 2-6,2-6 e diventa il più giovane giocatore dell’era Open a raggiungere le semifinali a Indian Wells, Miami e Monte-Carlo in unica stagione. Prima di lui solo i Big-4 (ovvero i vari Federer, Nadal, Djokovic e Murray) ci erano riusciti. Fenomeno!!!”. 

Sinner sul campo
Sinner ha raggiunto un importante traguardo (Ansa Foto) newsby.it

Questo dato, di fatto, dimostra la grande stagione di Jannik Sinner, impreziosita dalle vittoria del torneo 250 di Montpellier. Ma l’altoatesino, dopo aver battuto quest’oggi Lorenzo Musetti, è già tempo di pensare alla semifinale di domani contro Holger Rune: “Sarà una partita davvero difficile. Siamo due giocatori giovani ed aggressivi in campo. Riusciamo a fare tante cose, anche se abbiamo stili diversi. Sono felice di poterlo incontrare, spero che sarà una sfida divertente”.

Tuttavia, dopo aver battuto Musetti, Sinner si è soffermato anche sulla gara contro il suo connazionale: “Conosco bene le qualità di Lorenzo, soprattutto su questa superficie, ero consapevole che avrei dovuto iniziare il match subito forte. Per lui non era facile, considerando il successo di ieri contro Djokovic. Non è mai facile giocare in una determinata maniera ogni giorno, e lo stesso vale anche per me. Lui è un giocatore incredibile, ma non ha avuto l’opportunità  di cambiare l’andamento della partita. Alcune volte il risultato finale di una partita non è così veritiero”. 

Impostazioni privacy