Jasmine Carrisi: “Io raccomandata? Ecco cosa penso degli haters”

La figlia di Al Bano e Loredana Carrisi ha debuttato al fianco del papà come giudice a "The Voice Senior", condotto da Antonella Clerici

Jasmine Carrisi
newsby Ilaria Macchi2 Dicembre 2020


Jasmine Carrisi, figlia di Al Bano e Loredana Lecciso, ha debuttato in Tv come giudice al fianco del papà in “The Voice Senior”, il nuovo talent canoro per over 60 condotto da Antonella Clerici in onda ogni venerdì sera in prima serata su Rai 1. La scelta ha inevitabilmente scatenato non poche polemiche visto che la giovane, che ha soli diciannove anni, non ha un’esperienza alle spalle che possa permetterle di capire se qualcuno possa avere le doti per poter emergere come cantante. Anzi, le critiche sui social da parte di chi ha seguito la prima puntata non sono mancate: c’è chi infatti l’ha definita un pesce fuor d’acqua, che si trova lì solo perché “raccomandata”. Pur essendo ancora giovanissima, il carattere non le manca di certo e lei ha voluto rispondere a chi non l’ha apprezzata.

Jasmine Carrisi è raccomandata? La sua risposta alle critiche

Essere un figlio d’arte non è mai semplice. Quando si decide di seguire le orme di uno dei genitori il confronto diventa inevitabile ed è necessario avere le spalle larghe quando arriva il momento dei confronti e delle eventuali critiche. Jasmine Carrisi, una dei due figli che Al Bano ha avuto da Loredana Lecciso, non sembra però sentire questo come un peso ed è per questo che ha deciso di diventare una cantante, anche se puntando su un genere diverso da quello del papà, il rap. Ma non è finita qui: ora è arrivata per lei anche l’occasione per fare conoscere meglio la sua personalità in Tv dopo essere stata scelta come giudice in “The Voice Senior”, avventura che ha intrapreso proprio al fianco dell’artista di Cellino.

E in occasione della sua presenza a “Storie Italiane”, il programma Rai condotto da Eleonora Daniele, lei ne ha approfittato per parlare del suo rapporto con un papà così “ingombrante”: ”. “Sto bene, – ha esordito Jasmine in collegamento con il programma di RaiUno – grazie. Mi aspettavo più conflitti – ha specificato facendo riferimento all’esperienza di The Voice nel team di Al Bano –. Nelle scelte andiamo invece d’accordo, abbiamo più o meno gli stessi gusti musicali. Io comunque ho i miei gusti definiti e non mi faccio influenzare da lui, però ci troviamo molto bene. Io seguo i suoi consigli, ma faccio molto di testa mia. Quando ho fatto il mio singolo non gli avevo chiesto nulla, ho fatto totalmente da me e gliel’ho fatto ascoltare solo dopo l’uscita. Comunque seguo i suoi consigli, li custodisco, li seguo ma poi faccio di testa mia”.

Ma la risposta più diretta è arrivata nei confronti di chi la definisce “raccomandata”: “Onestamente non rispondo, mi fa più arrabbiare il fatto che dicano che io non abbia le capacità artistiche per giudicare i concorrenti, in realtà io non giudico la performance ma il punto di vista giovanile, è bello che si prenda in considerazione anche una ragazza di 19 anni, rappresento la parte giovane”.

Antonella Clerici difende Jasmine

A sostenere Jasmine in questa nuova avventura televisiva non c’è solo papà Al Bano, ma soprattutto Antonella Clerici, conduttrice del programma, che ha speso parole importanti per la diciannovenne. “È molto ben educata, entra in punta di piedi, ha un grande rispetto di suo papà. Sono stata io a pregare Al Bano a venire con la figlia. Volevamo un elemento giovane che desse quel sapore un po’ scanzonato. Sono molto felice di questa scelta perché si è rivelata una ragazza carina in tutto” – ha detto a Eleonora Daniele.

Un pensiero condiviso ovviamente anche dal cantante di Cellino San Marco, che ha respinto con decisione alle accuse di nepotismo: “Pazienza. Io ho le spalle larghe. Mi spiace un po’ per mia figlia, ma credo sia un po’ un destino quello di essere etichettati come ‘figli di’. Mia figlia ha grande esperienza nella musica moderna, conosce tuto. Ma a chi la accusa di non avere le carte in regola per giudicare persone in età che cantano, io dico che si sbagliano di grosso. Mia figlia è cresciuta a pane e concerti. È abituata a ogni genere musicale. Si è fatta un’idea di tutto il panorama musicale. Non vedo perché i giovani non possano avere diritto di parola” – ha detto l’artista pugliese a Dipiù Tv.

 


Tag: Al Bano CarrisiAntonella ClericiJasmine CarrisiThe Voice Senior