Grey’s Anatomy, la nuova stagione parlerà di Covid-19

La serie Tv, giunta alla 17esima stagione, ha sempre cercato di essere il più possibile aderente alla realtà e affrontare un tema importante come la pandemia è un dovere per gli sceneggiatori

Grey's Anatomy
Grey's Anatomy
newsby Ilaria Macchi22 Luglio 2020


Grey’s Anatomy è uno dei prodotti televisivi che vanta la maggiore longevità anche per la capacità di trattare temi importanti senza il rischio di diventare banali. Le storie dei pazienti si mescolano infatti con quelle di chi è impegnato in prima linea per fornire loro assistenza e le cure necessarie. E in una serie di questo tipo non si può prescindere dall’attualità: proprio per questo nella nuova stagione, la diciassettesima, si parlerà anche di Coronavirus e di come questo abbia cambiato la quotidianità di molti di noi, ma anche di dottori e infermieri, che sono in prima linea per combatterlo ormai da mesi.

Nel corso delle puntate inedite la pandemia farà quindi da filo conduttore: si cercherà così di raccontare cosa significhi per il Grey Sloan Memorial Hospital e per chi ci lavora quotidianamente dover affrontare un problema così grave.

Il Coronavirus nelle nuove puntate di “Grey’s Anatomy”

In attesa che il set venga allestito con tutte le norme di sicurezza necessarie, a dare le prime anticipazioni su quello che dobbiamo aspettarci è stata Krista Vernoff, producer storica dello show e ora showrunner, durante un panel. L’obiettivo che si desidera raggiungere è quello di rendere la trama il più possibile aderente alla realtà ed è per questo che sono già in corso incontri con medici e infermieri che sono stati in prima linea nel periodo più difficile della pandemia. Il racconto della loro esperienza potrebbe rivelarsi fondamentale per la sceneggiatura.

Un modo di agire che non è comunque del tutto nuovo per i curatori della serie. “Ogni anno dei veri medici ci raccontano le loro storie, e in genere si tratta di storie bizzarre. Ma quest’anno sembra di ritrovarsi a fare delle sessioni di psicoterapia. I dottori ci parlano di quanto hanno visto e di ciò che hanno vissuto, sono molto scossi, e provano a tenere a freno le lacrime. Sono pallidi, e parlano di quanto accaduto come se stessero parlando di una guerra. Una guerra per cui non erano pronti. Ascoltare tutta questa sofferenza è stato molto doloroso. Il nostro show ha il dovere e la responsabilità di entrare nel vivo della crisi”, sono state le parole della Vernhoff.

Al momento si vuole di mantenere il massimo riserbo su quello che vedremo, ma secondo le prime indiscrezioni il personaggio che sarà maggiormente coinvolto sarà quello interpretato da Kevin McKidd, il Dr. Owen Hunt. Chi ha seguito la serie negli ultimi anni conosce bene la sua caparbietà e quanto questa sia stata utile nella gestione delle situazioni di emergenza. E il Covid-19 rientra pienamente in questa categoria.


Tag: CoronavirusGrey's Anatomy