Mercedes EQS: la vera Tesla-Killer? Autonomia superiore a 700 km

Secondo le dichiarazioni del numero uno della Daimler la futura berlina elettrica EQS avrà un’autonomia record di oltre 700 km

Mercedes MQ6
Mercedes MQ6
newsby Emiliano Ragoni22 Luglio 2020


La Tesla Model S, prodotta dalla casa americana dal 2012, dopo oltre 8 anni è ancora la berlina elettrica premium da battere in termini di prestazioni, efficacia ed efficienza. Acquistabile a un prezzo di partenza di 83990 euro, nella versione long range è in grado di percorrere 610 km con una singola ricarica (certificati secondo la standard WLTP). Ma questo primato potrebbe essere messo in discussione da un’altra berlina elettrica premium che arriverà sul mercato nel 2021. Stiamo parlando della Mercedes EQS, il secondo modello della Stella, che arriva dopo la suv EQC, la cui accoglienza non è stata di certo memorabile da parte di critica e pubblico.

Mercedes EQS: l’autonomia sarà da record?

La Mercedes EQS è stata presentata sotto forma di concept nel 2019 e in questi mesi è stata “paparazzata” in versione camuffata alle prese con i consueti test su strada che accompagnano la produzione in serie, che avverrà nella Factory 56 di Sindelfingen, Germania.

La berlina elettrica tedesca è tornata prepotentemente alla ribalta grazie alle dichiarazioni di Ola Kallenius, numero uno del gruppo Daimler (proprietario della Mercedes). Kallenius, durante la conferenza annuale con gli azionisti, ha affermato che l’autonomia della Mercedes EQS potrebbe essere addirittura superiore a 700 km. Anche se non si conoscono i dettagli tecnici (la capacità della batteria), qualora il dato fosse reale si tratterebbe di un vero e proprio record. Questo sarebbe in grado di offuscare le berline dirette rivali come Tesla Model S e Porsche Taycan.

Contenuti tecnici e qualità premium

A differenza della suv EQC, che utilizza una piattaforma ibrida, la Mercedes EQS è ingegnerizzata su Eva 2, un pianale specifico per le elettriche. Dal punto di vista estetico ricalcherà il concept presentato nel 2019. Avremo delle linee fluide e morbide, sbalzi ridotti, un tetto basso e una coda di dimensioni ridotte. Così come la EQC la mascherina sarà chiusa con i gruppi ottici integrati al suo interno e il marchio Mercedes illuminato.

I contenuti saranno quelli di un modello premium, esattamente come l’attuale modello di punta della Stella, ossia la Classe S, prossima al rinnovamento. All’interno troveremo un ambiente caratterizzato da materiali e finiture di lusso con una plancia e una strumentazione minimal, dove i comandi di tipo touch prendono il sopravvento rispetto ai tasti fisici.


Tag: MercedesNew MobilityTesla