Giorgio Panariello, dall’infanzia difficile alla popolarità in Tv

Il comico, legato da una grande amicizia con Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti, ha regalato tantissime risate a teatro, al cinema e in Tv

Giiorgio Panariello
newsby Ilaria Macchi7 Febbraio 2021


Giorgio Panariello è uno degli attori comici più apprezzati anche per la sua versatilità, caratteristica che gli permette di mostrare il suo talento in Tv, al cinema e in teatro. L’artista toscano è celebre anche per le sue imitazioni (impossibile non ricordare quella di Renato Zero), che gli hanno permesso di ottenere la popolarità in Tv. E’ legato da una grande amicizia a Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti: i tre sono stati protagonisti di uno show in onda in prima serata su Rai 1 che ha ottenuto ottimi ascolti.

A breve sarà  al fianco di Marco Giallini nel nuovo show di Rai 3 dal titolo “Lui è peggio di me.

Giorgio Panariello: una carriera all’insegna della versatilità

Giorgio Panariello è nato a Firenze il 30 settembre 1960 ed è uno degli showman più apprezzati sul piccolo schermo e non solo. Il debutto in teatro risale al 1992, anno in cui recita nello spettacolo “Quaderno a Quadretti”, a cui fa seguito “Vicini birichini”. Pur essendo ancora poco noto al grande pubblico gli apprezzamenti non mancano: queste sono infatti le prime occasioni per mettersi in mostra con i personaggi che gli hanno regalato la popolarità.

Il successo vero e proprio arriva grazie ad “Aria fresca”, in onda su Videomusic, rete celebre negli anni ’90, ma soprattutto con lo spettacolo “Panariello sotto l’albero“; nel capoluogo toscano fa registrare il record di presenze.

La carriera del comico è legata a doppio filo a quella di Maurizio Costanzo, che intravede il suo talento e gli permette di esibirsi al Teatro Parioli di Roma con “Boati di silenzio“. Da lì inizierà un tour che gli permetterà di esibirsi nelle principali città italiane.

Giorgio Panariello

Non si deve attendere molto per l’esordio al cinema, datato 1997. In quell’anno recita in “Finalmente soli” (1997), a cui fa seguito due anni dopo “Bagnomaria”. Il 2000 segnerà la sua consacrazione in Tv grazie a “Torno sabato”, in onda in prima serata per tre edizioni. Al suo fianco ci sono Tosca D’Aquino e Paolo Belli. E’ l’occasione per mettere in mostra alcuni dei personaggi più famosi del suo repertorio, quali Mario il bagnino, il bambino Simone, il pierre della discoteca Kiticaca di Orbetello tutto-marsupio-e-poco-cervello, Merigo l’ubriaco, la signora Italia, Lello Splendor e Raperino il nonno. I numeri parlano per lui: una media di dieci milioni di telespettatori, oltre a riconoscimenti importanti come l’Oscar Tv e il Telegatto.

Nel 2004 tornerà a gestire in prima persona il sabato sera della rete ammiraglia della Tv di Stato grazie a “Ma il cielo è sempre più blu”, titolo che ricorda la canzone di Rino Gaetano. Nel 2006 ha inoltre la possibilità di condurre il Festival di Sanremo al fianco di Ilary Blasi.

L’infanzia difficile e il dolore per la perdita del fratello

Nonostante il successo ottenuto, non sono mancate le difficoltà vita di Panariello. La mamma lo ha abbandonato, a crescerlo sono stati i nonni, a cui era legatissimo. Solo a 12 anni ha saputo di avere un fratello, Franco, vissuto n un Istituto. L’uomo è scomparsa a 50 anni nel 2011. In un primo momento si era pensato che a provocare il decesso fosse stata un’overdose, ma è stato lo stesso artista a smentire questa idea.

In occasione della sua presenza nello studio di “Domenica In”, infatti, il comico ha rivelato che la causa della morte è stata il freddo. Il supporto di Carlo Conti è stato per lui fondamentale per superare quel dolore: “Ho visto che alle 8.30 mi aveva cercato Carlo Conti. Carlo aveva saputo di Franco da un’amica di Viareggio che, non sapendo come rintracciarmi, aveva avvisato lui. Quando ho saputo, la mia prima reazione è stata di rabbia: Franco, giurandomi che aveva smesso per sempre, mi aveva preso per il c*lo ancora una volta”.

A fine 2020 ha pubblicato il libro “Io sono mio fratello, che ha dedicato proprio allo sfortunato Franco.

Chi è la fidanzata Claudia Maria Capellini

Ormai da qualche tempo Giorgio è felice al fianco della fidanzata Claudia Maria Capellini, una modella più giovane di lui di 25 anni, da molti ritenuta la “sosia” di Belen Rodriguez per la grande somiglianza con la showgirl argentina. I due hanno risposto con i fatti a chi credeva che il loro rapporto non potesse resistere alla differenza d’età.

Stiamo bene insieme. Spesso si dice ‘alti e bassi’, invece fino a questo momento, fortunatamente, abbiamo avuto solo alti, anche perché lei è più alta e già questo mi dà il senso dell’alto – aveva raccontato l’artista ospite di “Domenica In” -. Siamo una famiglia? Possiamo dire di sì, siamo una famiglia, sono proprio contento, sto bene”.


Tag: Giorgio PanarielloLeonardo Pieraccioni