Controreplica di Fedez a Conte: “Non vogliamo risposte personali” – VIDEO

Il rapper all'ex premier: "Le persone devono essere messe in condizione di lavorare". Conte: "Sono d'accordo. Bisogna portare la capienza dall'80 al 100%"

newsby Redazione23 Settembre 2021



Botta e risposta via social tra Fedez e Giuseppe Conte. Inizia il rapper su Instagram: troppe persone al comizio dell’ex premier. Per Fedez “la propaganda non può venire prima delle persone” che lavorano con concerti e spettacoli, ancora a capienza ridotta. Conte ha risposto con un video su Facebook, dando ragione al rapper: “Sono d’accordo. La capienza va portata dall’80 al 100%“. Contro replica di Fedez: “Non vogliamo risposte personali. Le persone devono essere messe in condizione di lavorare dopo 2 anni, con scarsissimi aiuti da parte dello stato. Ciò che mi rattrista è che domani la macchina della propaganda e i comizi con le piazze gremite con 3/4mila persone senza tampone e Green Pass continueranno , mentre i concerti no. Credo che tutto questo agli occhi di un lavoratore dello spettacolo potrebbe suonare come una grande ingiustizia“.

La risposta di Conte su Facebook

Buongiorno Fedez, mi rivolgo a te e agli altri artisti che in queste ore stanno lamentando le attuali restrizioni per la cultura e lo spettacolo, mentre invece gli incontri della politica avvengono con piazze gremite di gente. Non va bene e infatti sono 4/5 giorni che lo sto dicendo: in tanti punti stampa: dobbiamo ripartire tutti insieme. La filiera della cultura e dello spettacolo ha tanto sofferto e deve poter ripartire. Non va bene riportare la capienza all’80%: dobbiamo portarla al 100%. Dobbiamo ripartire forti e tutti assieme“, ha dichiarato Conte su Facebook.


Tag: FedezGiuseppe Conte