Coronavirus, Teatro dell’Opera di Roma : “Mai chiusi in 140 anni”

Carlo Fuortes, sovrintendente del Teatro dell'Opera di Roma: "Viviamo in clima di forte incertezza"

Il Teatro dell'Opera di Roma
Il Teatro dell'Opera di Roma
newsby Teresa Ciliberto9 Aprile 2020


SPETTACOLO (roma). Poltrone vuote, un silenzio assordante, le luci del palcoscenico spente e qua e là i segni dell’ultima scenografia: il Teatro dell’Opera di Roma da quel Dpcm che ha messo i lucchetti e abbassato le saracinesche a causa del coronavirus. In 140 anni di storia il Teatro non aveva mai dovuto chiudere: non con la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, né con l’influenza Spagnola nel 1918. “Viviamo in un clima di grande incertezza, data dal non sapere quando riusciremo ad aprire e quindi programmare il futuro”, ha spiegato Carlo Fuortes, sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma.


Tag: Carlo FuortesCoronavirusRoma