Vaccini, Cirio: “Maturandi? Son stato il primo a proporlo, noi siam pronti”

"Sono ragazzi che hanno patito molto"

newsby Sara Iacomussi18 Maggio 2021



Vaccini ai maturandi? Sono stato il primo a proporlo. Sono ragazzi che hanno patito molto e che chiuderanno il loro percorso dopo due anni di Covid, quindi come ci siamo battuti per i vaccini al personale scolastico lo faremo per loro – così Alberto Cirio, governatore del Piemonte, sulla possibilità di vaccinare gli studenti che sosterranno l’esame di maturità – Noi siamo pronti a fare 70-80mila dosi al giorno. Oggi ne facciamo 30-32mila perché è il target delle dosi che abbiamo“, ha aggiunto Cirio.

Cirio: “Vaccini fuori Regione? Serve un intervento del governo”

Parlando dei vaccini fuori dalla Regione, Cirio ha spiegato che nel caso del Piemonte sarebbe possibile, per esempio, stipulare un accordo di reciprocità con la Liguria, che però riguarderebbe solo una fetta di cittadini piemontesi. “È per questo che deve essere una decisione nazionale. Bisognerebbe permettere ai sistemi di prenotazione e ai database delle varie Regioni di comunicare tra loro. Se si vuole fare questo percorso è necessaria un’azione dello stato. In vista di agosto ci stiamo attrezzando per intensificare la cautela e l’attenzione nel periodo di ferragosto. Lo facciamo per venire incontro alle persone: dopotutto sono due anni che la gente vive una vita complicata e quindi crediamo che sia giusto concedere loro un po’ più di libertà nel periodo delle vacanze“, ha concluso Cirio.


Tag: Alberto CirioMaturitàPiemonte