Vaccini: inaugurato il centro vaccinale di Roma Termini

Oggi si è tenuta la cerimonia di inaugurazione dell'hub vaccinale alla stazione Termini di Roma. Il centro effettuerà a regime 2000 vaccini al giorno

newsby Teresa Ciliberto6 Marzo 2021


Nicola Zingaretti ha annunciato l’apertura di tre nuovi centri vaccinali. Il primo alla stazione Termini, dove oggi c’è stata la cerimonia d’inaugurazione.

Questo è l’ultimo miglio. È il più bello, perché vediamo la luce in fondo al tunnel. Ma è anche il più pericoloso se si abbassa la guardia”. “Non è un caso che stiamo alla stazione Termini: vogliamo mettere i centri vaccinali nei luoghi delle persone”, ha spiegato Zingaretti durante l’inaugurazione dell’hub vaccinale a Termini.

Inoltre, il Presidente della Regione Lazio ha annunciato che saranno aperti altri due centri vaccinali. Il primo alla caserma della polizia e il secondo negli studi di Cinecittà.

Il primo centro vaccinale in una stazione


Quello alla stazione Termini sarà il primo centro vaccinale aperto in una stazione in Italia. Alla cerimonia di inaugurazione, oltre a Zingaretti, presenti anche Roberto Speranza, ministro della Salute, e Alessio D’Amato, assessore alla Sanità. Ma anche: Francesco Roca, presidente Nazionale Cri, e Angelo Tanese, direttore generale della Asl Roma 1.

Nel nuovo centro vaccinale saranno effettuati inizialmente 600 vaccini al giorno a partire dal personale scolastico. Una volta a regime, l’hub potrà effettuare fino a 2mila vaccinazioni al giorno.

Speranza: “Ogni hub è pezzo di strada per traguardo”


Ogni volta che un luogo come questo prende vita è un pezzo di strada in più verso il traguardo, quello di tornare alle nostre vite bloccate da un anno da questa battaglia. Ogni centro vaccinale è un luogo di fiducia, di speranza“. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, all’inaugurazione del centro vaccinale a Termini.

Vincere la battaglia sanitaria è la premessa per la ripartenza economica, culturale e sociale del paese. Il virus è ancora forte e presente tra noi e le varianti lo rendono ancora più complesso da gestire e più veloce nella capacità di diffondersi. Abbiamo nuovi strumenti“, ha concluso Speranza.

D’Amato: “Sputnik? Regione Lazio pronta”


Produzione Sputnik nel Lazio? Molto concreta. Auspichiamo che ci sia un’opzione per l’acquisto del vaccino o a livello europeo o italiano, o noi siamo pronti a farlo come Regione Lazio. Che lo faccia l’Europa per noi è la scelta migliore, se non lo fa l’Europa o l’Italia lo farà il Lazio“. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, a margine dell’inaugurazione dell’Hub vaccinale di Termini.


Tag: centri vaccinaliNicola ZingarettiRoberto Speranzavaccini