Vaccini, Fontana: “Convincere le persone a fare la terza dose”

Il presidente della Lombardia: "E' il mezzo attraverso il quale si ottiene una copertura immunitaria che secondo quello che dicono gli scienziati dovrebbe durare anni"

newsby Antonio Lopopolo11 Novembre 2021



Nonostante in Italia i dati legati all’emergenza Covid-19 siano migliori rispetto a quelli di altri paesi dell’Unione Europea, i numeri delle ultime settimane sono in crescita. Secondo il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, la terza dose dei vaccini si renderebbe quindi indispensabile per contenere i contagi. “Per la terza dose di vaccino anti-covid siamo già pronti“, ha spiegato a margine della conferenza stampa di presentazione dell’Edizione numero 78 dell’Esposizione internazionale del ciclo e motociclo (Eicma).

E ancora: “Abbiamo già cominciato la vaccinazione della terza dose. Adesso credo che quello che bisogna fare sia di spingere le persone che hanno fatto le prime due dosi a iscriversi per la terza“, ha aggiunto. Secondo il governatore bisogna “cercare di far capire che la terza dose è il completamento della fase vaccinale. E’ quindi è il mezzo attraverso il quale si ottiene una copertura immunitaria che secondo quello che dicono gli scienziati dovrebbe durare anni. Per cui è molto importante fare la terza dose“.

Oltre i vaccini, Fontana: “Valuteremo proposte delle minoranze su Riforma sanità”


Fontana ha quindi parlato delle richieste da parte delle opposizioni al Pirellone, in merito alla riforma della sanità regionale. “Continueremo a parlare, ad ascoltare e a valutare le proposte delle minoranze. Partiamo però dal presupposto che la legge andrà nella direzione che noi crediamo sia più giusta. È chiaro che se non sono proposte che stravolgono il disegno della legge e che hanno un senso, verranno prese in considerazione. Invece, se vogliono cambiare il senso della legge non potranno essere accolte“, ha spiegato.

Tra le altre cose, noi abbiamo avuto una serie di interlocuzioni con l’Anci e abbiamo preso in considerazione e valutato positivamente alcune delle loro richieste. Altre richieste di Anci sono in fase di elaborazione. E’ un po’ strumentale voler mettere il carro d’avanti ai buoi, cioè fare la polemica prima che si sia arrivati ad una decisione“, ha concluso Fontana.


Tag: Attilio FontanaCovid-19Lombardiavaccini