Ucraina, Letta: “Salvini rischia di mostrare un’Italia poco seria”

Il segretario del Pd parla anche dei referendum sulla Giustizia

newsby Redazione3 Giugno 2022



Il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, è arrivato a Sarteano, provincia di Siena, per sostenere il candidato sindaco Francesco Landi in vista delle amministrative del 12 giugno. Letta ha parlato di Ucraina e delle recenti parole del leader della Lega. “Quanto alle iniziative estemporanee di Salvini. Credo che si sia fatto male da solo. I problemi sono i danni alla reputazione dell’Italia, che rischia di passare per un Paese poco serio. Questo si rivela un boomerang per Salvini, ma anche un danno per il nostro Paese e per la pace. Cento giorni di disastro, morte, distruzione, che hanno portato fame non soltanto lì, ma in giro nel mondo, con il grano bloccato nel porto di Odessa. Cento giorni di morte provocata dalla voglia imperiale e assurda di Putin che porta il mondo ai peggiori momenti del ‘900. Credo che sia importante l’unità dell’Europa e dell’Italia per contrastare questa volontà imperiale di Putin e difendere il popolo ucraino”.

Referendum, Letta a Sarteano: “I cinque quesiti non ci convincono”


Enrico Letta ha accennato anche alla posizione del partito sul referendum: “Confermo la linea che il partito Democratico ha deciso. I cinque referendum non ci convincono. Pensiamo che non risolvono i problemi, ma ne aggiungono ulteriori. Quei temi si risolvono in Parlamento”.

Comunali, Letta a Sarteano: “Il candidato di Siena si decide dopo il palio di agosto”


Il segretario del Pd Enrico Letta ha parlato a Sarteano, dove si voterà il 12 giugno per le amministrative. “Sulle elezioni del Comune di Siena, il Partito democratico ha cominciato un percorso di grande rispetto nei confronti della città, dei quartieri e delle esperienze civiche perché noi abbiamo perso le elezioni l’altra volta e abbiamo imparato la lezione. Un grande appuntamento è stato quello del 7 maggio in cui si è discusso con le rappresentanze della società civile senese. Confermo una candidatura di un fronte largo di centrosinistra aperta al mondo civico, che si perfezionerà dopo l’estate.

Le opinioni degli esponenti di Forza Italia sul ‘caso’ Salvini


Anche in Forza Italia si prendono delle posizioni in merito al viaggio a Mosca del leader della Lega. “Salvini non ha mai chiesto di entrare nel Partito Popolare europeo. Il viaggio in Russia? È una questione che riguarda un partito politico, noi non eravamo informati. Mi auguro che Salvini abbia concordato tutte le iniziative con la Presidenza del consiglio dei ministri e il ministero degli Esteri. Lo ha detto Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia, rispondendo alle domande dei giornalisti, durante la presentazione delle nuove adesioni e iniziative di FI alla sede del partito.


Di diverso avviso il senatore Gasparri. Salvini “cerca di perseguire iniziative di pace. Non va criticato per questo. Indagine del Copasir? Mi pare esagerata, si deve occupare di cose più pertinenti alla sua funzione. Si occupino di cose serie. Èemri tutta panna montata”.


Tag: Antonio TajaniEnrico LettaMatteo Salvini